L’Angolo della Poesia. E come disse Pertini “Ora non ci prendono più!”

PISA – La roboante vittoria di Lecce ha fatto salire l’entusiasmo anche al nostro poeta Sandro Cartei che chiama in causa uno dei più grandi personaggi che hanno fatto la storia della politica italiana.


Il Pisa va in scena in terra salentina, al “Via del Mare”. Una partita proibitiva, sulla carta, non c’è che dire. Appena due minuti, Soddimo si invola, siamo noi, a segnare
È ancora lunga, ma il coraggio, dentro di me, comincio a nutrire

I ragazzi son gagliardi, pressano, ripartono e giocano bene. È tornato a scorrere il vero spirito di squadra, nelle loro vene. Il Lecce sbaglia, noi ripartiamo con Gucher, il cecchino. Il suo gol è da applausi, e davanti a lui, mi inchino.

Secondo tempo, tutti si aspettano un calo, ci può stare. E invece i ragazzi non mollano, sono sul pezzo, vogliono incantare. Lucone butta dentro Beppe, che tocca il suo primo pallone. Bordata da fuori area, di controbalzo, un gol da vero campione

Rimango “gaudente” a guardare i ragazzi, come un bambino, con il naso all’insù
E dopo il terzo, come disse Pertini, ora non ci prendono più!

By