L’Angolo della Poesia. “Il sultano Sibilli e un Pisa armato”

PISA – Seconda vittoria consecutiva per il Pisa all’Arena Garibaldi che scatena ancor di più le fantasie del nostro poeta Sandro Cartei.

IL “SULTANO” SIBILLI E UN PISA “ARMATO”

Contro l’Ascoli, finalmente, abbiamo potuto festeggiare
Oggi arriva il Pordenone, un’altra preda da azzannare

Partiamo affamati, con i denti e il coltello affilati
Prima mezz’ora dai ritmi forsennati, i ramarri sono accerchiati
Abbiamo anche un’arma in più, per la caccia grossa
Si chiama Sibilli, sfreccia sulla fascia e crossa

La palla è invitante, ma Palombi, invece della preda, il gol si divora
Ma il Pisa è vivo, la paura nei ramarri, ora, affiora
Beppe da Napoli si mette anche il turbante
È lui il sultano oggi, con una prova spumeggiante

Secondo tempo appena iniziato, Mazzitelli recupera un pallone
Il sultano lo raccoglie, parte sulla fascia, in accelerazione
C’è sempre Palombi, in mezzo all’area, come nell’altra azione
Ma stavolta è il vantaggio, possiamo esultare, è una liberazione

Finisce così, ancora tre punti, nemmeno un gol abbiamo subìto
Fra tre giorni riapre la caccia, siamo armati, il Pescara è avvertito!

By