L’Aoup risponde ai Cobas: “Nessun allagamento a Cisanello”

PISA – In relazione a quanto dichiarato da alcune sigle sindacali e riportato dalle agenzie di stampa a proposito degli allagamenti verificatisi all’Ospedale di Cisanello, si ribadisce che nessun reparto è stato allagato né tantomeno la dialisi, dove si sono svolte regolarmente le sedute.

Nessuna attività sanitaria ha risentito degli allagamenti contenuti che si sono verificati. La pioggia incessante delle prime ore della mattina ha provocato negli stabilimenti ospedalieri di Cisanello e Santa Chiara alcuni piccoli allagamenti e infiltrazioni d’acqua di lieve entità, che non hanno creato disservizi o interruzione di attività sanitarie. Al Santa Chiara si è verificato un ristagno d’acqua esterno, davanti all’Edificio 2 (Ostetricia e Ginecologia) per problemi di mancata ricezione da parte della fognatura ma il problema è stato subito risolto con l’intervento dell’autospurgo. Inoltre, a causa di un’infiltrazione dal tetto dell’Ematologia (Edificio 11), si è impregnato d’acqua un pannello del controsoffitto del corridoio barellati, che è stato rimosso e il percorso dirottato altrove. Allo stabilimento di Cisanello, invece, c’è stato un piccolo allagamento all’esterno dell’Edificio 31 per una caditoia ostruita e alla chiostra dell’Edificio 30. In entrambi i casi si tratta del livello seminterrato rispetto al piano stradale.. Nel caso dell’Edificio 30 un po’ di acqua è entrata nei corridoi che portano alla preospedalizzazione (servizio che però, nei festivi, è chiuso e quindi non ci sono stati disagi). L’acqua è stata aspirata con le pompe idrauliche dall’autospurgo e dai vigili del fuoco per poter riaprire regolarmente il servizio domani. Qualche altra lieve infiltrazione d’acqua dal soffitto dei corridoi, esterni ai reparti, al II piano dell’Edificio 30, anche qui subito risolti. In ogni caso la situazione è sempre stata sotto controllo grazie al coordinamento fra Direzione medica di presidio, Direzione infermieristica, Hospital disaster manager, Servizio prevenzione e protezione, Facility management con il personale addetto. Gli interventi necessari sono stati attivati con le ditte di manutenzione, insieme ai vigili del fuoco e in contatto con la Protezione civile ma non è stata necessaria alcuna allerta. Si ringraziano quindi tutti i tecnici, gli operai e gli operatori sanitari per il lavoro svolto e la collaborazione prestata

Ecco il Comunicato dei Cobas che faceva riferimento agli allagamenti all’ospedale Ciaanello. “Una situazione drammatica all’ospedale di Cisanello con l’ennesimo allagamento del reparto dialisi e di altri reparti. La denuncia del comitato dializzati è stata presa sotto gamba ma la presenza di autobotti conferma la inidoneità dell’attuale collocazione e la urgenza di deciderne una nuova con pazienti e operatori sanitari, nessuna decisione insomma presa a tavolino senza i diretti interessati. La risposta dell’amministrazione non puo’ essere sempre la stessa, ossia attribuire agli eventi atmosferici la causa degli allagamenti. A Ospedaletto e in Putignano strade allagate perché alcuni fossi non sono stati ripuliti e le fognature non ricevono acqua. Nel cascinese la situazione è ancora piu’ drammatica. Il problema è da attribuire a un sistema fognario che non funziona, a lavori eseguiti senza costrutto, un sistema da rivedere e su cui investire per non scaricare sui cittadini disagi e danni economici considerevoli derivanti dagli allagamenti. Esiste una reale emergenza disattesa che è quella della manutenzione del territorio , delle strede e dei fossi, da qui urge ripartire”.

Nella foto pisanews sopra gli allagamenti di questa mattina a Casciavola

By