L’Aperi-Rouge a Pontedera. Consegnato l’assegno dell’iniziativa di solidarietà all’Associazione Eunice

PONTEDERA – La consegna dell’assegno è avvenuta giovedì 19 ottobre alla presenza della presidente di Confcommercio Pontedera Valentina Belaise, del vicesindaco Angela Pirri, del direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli, della presidente dell’Associazione Marianna Abbondanza, della vice presidente Irene Cavallini e della volontaria Valeria Fargione, della referente sindacale di Confcommercio Valentina Savi. “Aperi Rouge” è l’iniziativa solidale promossa da Confcommercio Provincia di Pisa, Comune di Pontedera e aziende del territorio, svoltasi lo scorso 2 settembre in piazza Cavour a Pontedera, ideata per sostenere i diritti delle donne, contro il femminicidio e ogni forma di violenza. L’obiettivo della serata funestata dal maltempo è stato quello di raccogliere fondi per l’Associazione Eunice, costituitasi nel ricordo di Eunice, ragazza nigeriania che viveva a Pontedera, barbaramente uccisa nel 2008. Grazie infatti allo spazio apericena allestito in piazza Cavour e gestito dai locali Bar Fantozzi, Canova Arte e Caffè, Scalo 13, Note di Caffè e al contributo degli sponsor, è stato possibile raccogliere una somma da destinare ad Eunice
Parla di gratitutidine verso coloro che hanno reso possibile questa iniziativa che permette di proseguire le attività dell’associazione la presidente di Eunice Marianna Abbondanza: “Apprezziamo molto questo coinvolgimento positivo della parte produttiva della città su un tema tutt’altro che facile come la violenza sulla donne”. “Siamo orgogliosi di far parte di questa battaglia che ci vede uniti contro la violenza femminile” – conferma la presidente di Confcommercio Pontedera Valentina Belaise: “questo evento è solo l’inizio di un percorso di collaborazione”. Grazie a Confcommercio da parte del vicesindaco di Pontedera Angela Pirri “per aver aderito al nostro appello per Eunice. L’obiettivo è quello di far diventare Eunice un centro antiviolenza che possa contare su finanziamenti strutturati. Fondamentale è l’impegno per cambiare il linguaggio rispetto alle donne e interrompere quella inaccettabile violenza verbale che vediamo soprattutto sui social”. Conferma “la piena disponibilità a sostenere e sensibilizzare su iniziative di concreta solidarietà” il direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli.

By