L'”Aperitivo con i Campioni” al Tennis Club a Pisa. Ex glorie nerazzurre hanno ricordato il primo successo del Pisa di Romeo in Mitropa Cup

PISA – In occasione della ricorrenza della conquista della prima Mitropa Cup, i ragazzi de “il Pisa Siamo Noi” hanno offerto ai propri lettori e a molti appassionati del Pisa, martedì sera presso il Tennis Club al Piazzale dello Sport l’opportunità di passare alcune ore in compagnia di vecchie glorie nerazzurre.

L’evento “Aperitivo con i Campioni!” ha visto la presenza di molti campioni del passato nerazzurro come Gabriel Raimondi, Franco Ipsaro, Ilde Stafico, Paolo Andreotti ed Emiliano Niccolini.

Franco Ipsaro ricorda la vittoria della Mitropa Cup ventotto anni fa: “Romeo e’ riuscito a portare la Mitropa Cup a Pisa e a farla rivivere a tutti i tifosi, noi in quella stagione avevamo una grande squadra e siamo riusciti a vincere anche quella manifestazione, oltre che il campionato. Quella squadra era molto unità con Kieft e Berrgreen. Oggi farebbe la serie A tranquillamente. Ma non ci fu solo quella stagione. L’anno dopo abbiamo vinto con il Napoli al San Paolo e con l’Inter con gol di Baldieri e pareggiato con la Juve, facendogli perdere lo scudetto”. Franco Ipsaro parla anche del Pisa attuale: “L’ho visto un paio di volte. E’ una squadra che può fare i play off. Per vincere il campionato e andare su diretti c’e bisogno di intervenire sul mercato. In questo momento il Pisa sta facendo bene ma e’ una squadra corta. Questo e’ un campionato strano e non essendoci retrocessioni, può succedere di tutto”.

Ai tempi della Mitropa Cup Paolo Andreotti protagonista del Pisa di Francesco D’Arrigo, era un ragazzino: “Ricordo che in una trasferta inglese della Mitropa Cup andarono tre tifosi del Pisa, uno era Maurizio Alberti”. Per quanto riguarda invece le prestazioni del Pisa di mister Pagliari Andreotti: “Sta facendo bene, qualcuno sento che critica la squadra, anche se io non sono d’accordo. Pagliari sta facendo un ottimo lavoro, il Pisa e’ una squadra ben assemblata e secondo me può far molto bene”.

Non poteva mancare uno dei più grandi protagonisti del recente passato nerazzurro, l’ex difensore argentino Gabriel Raimondi, ormai a tutti gli effetti diventato procuratore che oltre alla promozione dalla C alla B nella gara contro il Monza ricorda altre due gare “quelle della serie B a Spezia e quella a Frosinone, che per noi erano molto delicate. Poche volte mi sono divertito tanto, ma in quelle gare giocammo davvero bene”

Il carattere del Pisa di mister Pagliari somiglia molto a quello di Braglia, ma Raimondi da un altra chiave di lettura al “suo” Pisa: “Il calcio nel frattempo e’ cambiato. La squadra di mister Braglia era una squadra cattiva, adesso però quel tipo di calcio non si può giocare nei vari campi”.

Due parole anche sul suo nuovo ruolo: “Ormai sono a tutti gli effetti un procuratore. Ho fatto il corso qualche mese fa e adesso deve lavorare in questo senso. E’ un lavoro che mi piace molto”.

LE FOTO DELLA SERATA (foto pisanews.net)

20131120-010807.jpg

20131120-010818.jpg

20131120-010835.jpg

20131120-010848.jpg

By