L’ARCI di Pisa dice No alla missione in Niger: sit-in davanti alla Prefettura

PISA – Quando nel dicembre scorso, il nostro presidente del Consiglio
annunciava a Parigi la volontà di inviare una missione in Niger, L’ARCI Comitato di Pisa aveva già espresso la propria contrarietà, ricordando a tutti coloro che siedono in Parlamento che, con un voto a favore su questa missione,
l’Italia avrebbe violato il protocollo di libera circolazione nello spazio
CEDEAO (di cui il Niger fa parte con altri Stati dell’Africa Occidentale),
causando altre vittime fra quelle migliaia di uomini, donne e bambini che
cercheranno comunque di raggiungere l’Europa e per i quali il deserto del
Teneré si trasformerà in un recinto senza via d’uscita e nell’ennesimo
cimitero a cielo aperto.

Purtroppo il 17 gennaio il Parlamento ha approvato la missione e cosa
gravissima, lo ha fatto con le Camere sciolte e richiamate al voto per un
provvedimento considerato “straordinario e urgente” (solo per il Governo), che andrà ad alimentare nuove ingiustizie e nuove limitazioni della libertà. Questa cosiddetta ‘missione di pace’ servirà di fatto ad addestrare e a
insegnare a altre Nazioni come usare la forza contro i più deboli.
Altri hanno già espresso la loro contrarietà a questa azione. Noi non
possiamo e non vogliamo farlo solo a parole: per questo lanciamo un
appello alla mobilitazione a tutti i cittadini e le cittadine di Pisa e di tutte le associazioni e forze politiche per esprimere pubblicamente il dissenso
verso questa scelta che rischia di apparire solo come un’operazione
elettorale, ma che, soprattutto, va contro la nostra Costituzione.

Ritroviamoci quindi tutti davanti alla Prefettura di Pisa (Lungarno
Mediceo) mercoledì 24 alle ore 15 per un sit-in.

Fonte: Comitato Arci Pisa

By