L’ASL 5 e i medici di famiglia insieme per favorire la vaccinazione antimengococcica di tipo C.

PISA – Le misure adottate dall’azienda sanitaria, dai medici di medicina generale e dai pediatri, per far fronte alla grande richiesta di vaccinazioni sono su più fronti: raddoppio degli ambulatori destinati alla vaccinazione gestiti dalla ASL, potenziamento del call center e unione con i medici di famiglia che continueranno a farsi carico dei loro assistiti in modo da ottenere la massima copertura vaccinale come raccomanda la Regione Toscana.

medicina

Tutti i cittadini dai 14 ai 45 anni potranno, da lunedì prossimo, rivolgersi anche al proprio medico curante il quale fornirà tutte le indicazioni necessarie in relazione ai tempi i modi per poter effettuare la vaccinazione all’interno del proprio ambulatorio, mentre alcuni pediatri vaccineranno i soggetti nella fascia di età 11- 14 anni, ovviamente rimangono attivi nelle tre zone i punti istituti dalla ASL 5. Si ricorda che il vaccino è gratuito per tutti i residenti fino a 45 anni, per coloro che hanno il domicilio sanitario e, quindi, hanno scelto il medico di famiglia, gli stranieri con STP (stranieri temporaneamente presenti) e per chi ha effettuato la profilassi nei giorni scorsi in relazione al caso di meningite che ha colpito il giovane studente, per chi desiderasse effettuare il vaccino e non rientra nelle categorie precedenti è tenuto al pagamento di 58 euro (vaccino tetravalente coniugato – Menveo), previa prenotazione al call center. La direzione della ASL raccomanda di non affrettarsi perché vi sono i tempi e i vaccini sufficienti per coprire tutto il fabbisogno della popolazione.

By