L’assessore Forte ricostruisce la vicenda Ericsson. Approvata una mozione

PISA – L’assessore Giuseppe Forte ha ricostruito durante il Consiglio Comunale la vicenda Ericsson.

“Mentre la discussione era ancora aperta e pareva di cogliere segnali d’apertura, è arrivata la lettera della proprietà con la quale Ericsson comunicava che 11 dipendenti sarebbero rimasti a Pisa; mentre per gli altri 26 c’era il trasferimento a Genova. Il Comune ha incontrato le organizzazioni dei lavoratori ed ha deciso di continuare la mobilitazione: domani (venerdì) ci sarà una riunione dei capi gruppo in Consiglio Comunale e io invito i Consiglieri a partecipare al presidio all’interno del CNR, dove Ericsson ha la sede. Lunedì ci sarà un incontro con i lavoratori e mercoledì sarà la regione Toscana la sede dell’incontro con la proprietà”.

Dopo la comunicazione, di questo pomeriggio, dell’assessore Giuseppe Forte, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità una mozione – primo firmatario il consigliere Ciccio Auletta (unacittàincomune-prc) – di solidarietà a favore delle lavoratrici e dei lavoratori di questa multinazionale. “Il Consiglio Comunale – così si legge, fra le altre cose, nella mozione – stigmatizza il comportamento della multinazionale ed invita l’azienda a tornare immediatamente indietro dalle proprie decisioni ed aprire un tavolo di confronto al fine di mantenere su Pisa i livelli occupazionali attuali, tanto più alla luce degli ingenti finanziamenti pubblici che la stessa multinazionale ha ricevuto e del fatto che la Ericsson stia ancora partecipando al bando regionale per il finanziamento del progetto FIPILI3, per una cifra totale a 7.450.000 milioni di euro di cui 3.450.000 destinati a Ericsson. Chiede, inoltre, con forza al Governo – si legge ancora nella mozione –un intervento pressante e stringente nei confronti della multinazionale”.

By