L’Assessore Gianna Gambaccini risponde all’Arcivescovo Paolo Benotto

PISA – L’assessore alle politiche socio abitative del Comune di Pisa Gianna Gambaccini risponde in merito a quanto riportato domenica 26 agosto sui quotidiani locali riguardo alla vicenda dei pasti caldi della Caritas Diocesana di Pisa.

“Nessuno cerca di alimentare l’odio, come ha affermato l’Arcivescovo a mezzo stampa questa mattina. È alquanto facile da parte di certi giornali l’opera di strumentalizzare le notizie. Le mie idee sono in sintonia con i principi della Lega. È fondamentale riportare equità sociale soprattutto per fra e per gli italiani, altrimenti si rischia davvero di vedere il mondo “alla rovescia“, come insegnano purtroppo anche i recenti fatti legati allo sbarco dei migranti della nave Diciotti. Intere schiere di politici ipocriti mobilitati per qualche centinaio di poveracci che vengono in Italia pensando di trovare salvezza e ricchezza ed invece vengono resi in schiavitù, impiegati per pochi euro a raccogliere pomodori al sud o a vendere paccottiglia abusivamente per spiagge e strade cittadine al centro – nord. Questa davvero è l accoglienza che l’italia può offrire?. Cerchiamo tutti di farci un nell’esame di coscienza e riflettere sulle cose prima di giungere ad affrettate risposte dettate dalla convenienza politica.

Tornando al cuore del problema citato nell’articolo – continua la Gambaccini – non nego l’estrema nobiltà del lavoro esclusivamente volontario della Caritas. La mia era una risposta agli aiuti forniti ai ROM, che con le storie di disgrazia dei migranti niente hanno a che vedere e soprattutto un proposito per lavorare meglio in futuro proponendomi una programmazione più accurata per le emergenze alimentari sia come Comune di Pisa, sia come Società della Salute, agendo possibilmente in sinergia anche con la Caritas di Pisa, cosa che non mi risulta fosse mai stata programmata dalla precedente amministrazione.

“Va reso altresì il giusto merito alla Chiesa – conclude la Gambaccini – come ha detto il nostro Ministro dell’Interno Matteo Salvini che sola insieme all’Albania e all’Irlanda, si è offerta di accogliere i migranti.

By