Lavori ponte sull’Arnino. Confesercenti chiede tempi certi

PISA – “Visti i tempi di intervento della Provincia, ad esempio sulle spiagge di ghiaia e visto anche il prossimo cambio di amministrazione comunale, siamo molto preoccupati per la prossima stagione estiva per quanto riguarda la conclusione dei lavori sul ponte dell’Arnino alla fine del viale D’Annunzio”. L’allarme arriva dalla Confersercenti Toscana Nord con il suo presidente del Litorale Alessandro Cordoni e riguarda l’istituzione di un senso unico alternato in prossimità del ponte sul canale Arnino vista la necessità di un intervento di consolidamento.

“Già domenica scorsa questo restringimento di carreggiata ha causato lunghe file per coloro che volevano raggiungere il nostro litorale considerata la bella giornata – insiste Cordoni -. E’ vero che all’inizio della stagione turistica e balneare mancano molti mesi, ma vogliamo tenere viva l’attenzione sulle tempistiche dell’intervento per evitare che problemi tecnici o burocratici allunghino la riapertura completa della strada. Siamo alla fase di progettazione, poi solo successivamente i lavori saranno appaltati. Alla fine, se guardiamo bene, tra poco più di un mese saremo già ad anno nuovo e sul litorale la stagione inizia a Pasqua”. Secondo Cordoni è necessario pressare la Provincia, competente per l’intervento, proprio in questa fase. “Nel 2018 a Pisa ci saranno le elezioni e quindi un cambio di amministrazione. Potrebbe avvenire proprio nella fase calda dei lavori con un ovvie difficoltà quindi nel vigilare e magari pressare la Provincia da parte di Palazzo Gambacorti. Chiediamo di avere in tempi brevi rassicurazioni da parte dell’amministrazione provinciale sulle modalità di intervento e sulla durata dei lavori. Gli operatori del litorale – conclude Cordoni – stanno dimostrando nei fatti la loro volontà di far vivere Marina e Tirrenia tutto l’anno; a testimonianza di questo cito le iniziative organizzate ad esempio dal Centro commerciale naturale di Marina e già inserite nel cartellone Marenia d’inverno. Giusto quindi nei loro confronti dare notizie certe su un intervento comunque così invasivo per il traffico come quello sul ponte dell’Arnino. Anche in inverno”.

By