L’avversario del Pisa ai raggi x : il Viareggio

PISA – Dopo aver raggiunto la matematica certezza dei play-offs, il Pisa oggi fa visita allo Stadio dei Pini, dove affrontera’ il Viareggio del livornese purosangue Cristiano Lucarelli.

Una partita importante nonostante tutto perche’ nel caso in cui arrivassero regali inaspettati da Benevento e Aquila e i nerazzurri invece vincessero, potrebbero aprirsi le porte di un insperato quinto posto. E con questo il gran vantaggio di affrontare in casa il quarto di finale dei play-off in programma tra una settimana. Per tale motivo c’è un solo risultato oggi da puntare cioe’ la vittoria, ma non sara’facile contro una squadra agguerita che ricordiamo all’andata riusci’ addirittura ad espugnare l’Arena come nessun altro e’ riuscito a fare quest’anno.

Per conoscere meglio le insidie alle quali i ragazzi di Menichini dovranno prestare attenzione questo pomeriggio analizziamo nel dettaglio il probabile undici che Lucarelli schierera’ in campo.

Il modulo sara’ un aggressivo 4-3-3 che tra i pali vedra’ il giovanissimo portiere ex-Empoli Jacopo Furlan (classe 1992), e davanti a lui una linea a 4 composta tutta da giocatori al di sotto dei 25 anni. A sinistra ballottaggio tra i ventenni Giuseppe Nicolao (in prestito dalla Primavera del Napoli) e Nicola Falasco (scuola Brescia), In mezzo la coppia collaudata di centrali sara’ costituita dai due veterani della squadra ma non d’eta’ Diego Conson (classe 1990) e il capitano a soli ventidue anni Fabio Lamorte.

A centrocampo a fare legna e avviare gli assalti alla difesa avversaria anche qui linea verde protagonista con Domenico Mungo (classe 1993, prodotto del vivaio parmense) e Lorenzo Galassi (classe 1992, proveniente dal Novara) e uno a scelta tra Giammarco Gerevini (ventenne ex Brescia) e Simone Della Latta, 21 anni e trascorsi tra le fila dell’Empoli.

Davanti tridente orfano dello svincolato Vannucchi, che il 7 marzo scorso lascia la squadra che stava portando per mano a causa di irrisolvibili dissapori con coach Lucarelli. Una perdita grave che ha visto l’ascesa nelle gerarchie di Alessandro Romeo, classe 1986 del Trapani, quest’oggi assente per squalifica, e soprattutto del ventunenne Lorenzo Benedetti,capocannoniere di squadra con 4 goal. Appaiato con lo stesso bottino troviamo l’ala sinistra Marco Rosafio, un anno in meno di lui e dieci rispetto all’esperto Davide Matteini, classe 1983 per anni in serie A e B con le maglie di Empoli e Palermo.

Enrico Esposito

4104

By