L’avversario di Coppa: il Rimini 1912

PISA – Il Rimini avversario dell’Ac Pisa nel dentro o fuori della Coppa Italia Lega Pro di mercoledì nasce nel lontano 1912. I romagnoli militano nel campionato di Seconda Divisione girone A ed ha già subito due rifondazioni, una nel lontano 1938 e l’ultima nel 2010 dopo il più recente fallimento.

L’ultima partecipazione in serie B risale alla stagione 2008-09 quando si trovò di fronte anche l’allora Pisa Calcio. Nove le partecipazioni in cadetteria per la squadra del Rimini, 89 quelle in terza serie, la prima nel 33-34, l’ultima la scorsa stagione. Cinque presenze anche nel campionato dilettanti, l’ultima due stagioni fa dove il 26 Giugno 2011 vince i play-off del massimo campionato dilettantistico battendo ai rigori sul campo neutro di Terni la Turris per 3-1, aggiudicandosi il diritto del ripescaggio che arriva il 4 agosto quando il Consiglio Federale promuove i romagnoli in Seconda Divisione. Un coronamento di uno sforzo importante dell’imprenditore riminese Biagio Amato che ha acquistato la società biancorossa dopo il fallimento.

Il Rimini ha anche una storia prestigiosa. Nelle file dei romagnoli hanno giocato giocatori importanti del calibro di Jeda e Ricchiuti poi finiti in lidi ben più importanti. Nel team di mister Luca D’Angelo gioca il vecchianese Riccardo Taddei, vicino più volte al Pisa nelle passate stagioni. Nel palmares nazionale il Rimini può vantare una SuperCoppa di Lega conquistata nel 2005. In questo campionato il Rimini non è partito proprio bene. Tre sconfitte su tre nelle prime tre giornate di campionato i romagnoli hanno preso fiato in seguito dopo il successo per 2-0 sulla Valle D’Aosta e il pari interno (0-0) di domenica scorsa contro il Forlì.

By