Le interviste ai protagonisti: parlano Perez e Sbraga

PISA – L’amarezza di non aver portato a casa tre punti che dopo il gol del 2-1 di Perez al 43′ della ripresa, è tanta in casa nerazzurra. Leonardo Perez come spesso è successo in questo scorcio iniziale è stato il migliore dei suoi e più questa volta ha realizzato la sua prima doppietta con la maglia del Pisa.

 Hai realizzato finalmente due gol sei contento?

“Devo dire la verità? No, era meglio se vincevamo, sarebbe stato il massimo. Peccato”.

Leo Perez ha realizzato la prima doppietta in maglia nerazzurra (Foto massimo Ficini)

Che cosa è successo tra il tuo gol del 2-1 e il loro pareggio?

“Ci siamo distratti pensando che già fosse finita e loro ci hanno punito”.

 Che Pisa hai visto?

“Siamo stati bravi, non era facile credetemi, il Barletta si è dimostrata una buona squadra. Erano veloci su ogni palla e hanno creato molto in zona gol. sapevamo che non meritavano zero in classifica ed è stato dimostrato sul campo”.

Qual’è dei due il gol che ti è piaciuto di più?

“Il secondo perchè pensavo fosse decisivo e perchè era più difficile da realizzare”.

Prima della rete del successo hai avuto altre due palle gol…

“Peccato, avessi segnato anche quelli sarebbe finita 4-3 (scherza ndr)”.

Con che modulo ti trovi meglio in campo?

“Mi adatto a qualunque modulo, l’importante è giocare poi lo faccio anche dietro le punte”.

 Sei diventato un incubo per i difensori avversari…

“Gioco con loro e quindi cerco di rendergli la vita difficile”.

Contro il Barletta faceva il suo esordio in maglia nerazzurra anche il difensore Andrea Sbraga che è stato impiegato nella difesa a quattro non proprio nel suo abituale ruolo: “Sono un difensore centrale però avevamo preparato questa partita con la difesa a quattro un pò inedita per evitare gli inserimenti senza palla dei giocatori del Barletta”.

Come ti sei trovato in questa posizione?

“Bene, l’avevo già ricoperta nella Lazio, poi sono a disposizione del mister al momento del bisogno”.

Certo, questo pareggio lascia un pò di amaro in bocca?

 “Certo, siamo stati ingenui dopo il gol del 2-1 di Leo. Pensavamo ormai di avercela fatta ed invece è arrivato questo pareggio beffardo. Peccato”.

Fisicamente come stai?

“E’ chiaro che non sono ancora al cento per cento. Ho saltato praticamente tutto il ritiro. Comunque sto sempre allenandomi con grande impegno e tra poco spero di arrivare nelle migliori condizioni possibili”.

Che impressione ti ha fatto l’Arena dal primo minuto?

“Ero molto emozionato devo dire. L’arena ti trasmette una carica importante. I tifosi ti aiutano molto ad affrontare la partita”.

By