Le opere di Galilei di Bruno Pollacci in Logge di Banchi

PISA – Quest’opera intitolata “Galileo Galilei, Uomo Oltre La Scienza“, realizzata dall’artista Bruno Pollacci a sanguigna, seppia e carboncino acquerellati, su faesite, sarà esposta da venerdi 14 febbraio alle 10 presso lo spazio espositivo di “Sopra le Logge”, in Logge di Banchi, a Pisa, fà parte della mostra di opere premiate e selezionate in occasione del Concorso Nazionale d’Arte intitolato “Galileo Galilei Tra Arte e Scienza“, organizzato del Comune di Pisa.

In quest’opera Pollacci (direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa) ha immaginato Galileo Galilei in uno studio immaginario, attorniato da vari oggetti, strumenti di studio del suo lavoro di scienziato, quali il cannocchiale, il compasso ed il mappamondo, ma al contempo in un ambiente anche ricco di riferimenti al suo grande interesse per l’arte, non solo come appassionato e studioso, ma anche come praticante, sia nel disegno che nella pittura, e quindi intento ad eseguire un suo lavoro su carta con un pennello. Per completare questo suo duplice interesse, per la Scienza e per l’Arte, alle sue spalle, sullo sfondo, in grande evidenza, ma con tonalità più leggere (quindi realizzata solo a sanguigna, senza il rinforzo chiaroscurale di seppia e carboncino, come invece utilizzati in primo piano, per evidenziare la profondità di campo ed i volumi), il riferimento ad una rappresentativa opera della pittrice Artemisia Gentileschi, grande protagonista del tempo di Galilei ed artista da lui ammirata e con la quale intraprese ricca corrispondenza epistolare. Il pubblico potrà votare fino a sabato la sua opera preferita tra quelle esposte e domenica alle 17, presso Palazzo Gambacorti si terrà la premiazione. L’ingresso è gratuito.  

By