Le pagelle di Pisa-Ancona: il primo sigillo di Cani, Sanseverino e Polverini instancabili

PISA – In una partita soffertissima in cui si sono visti piu’ cartellini gialli che occasioni da rete, tanto nervosismo e arbitraggio molto discutibile il Pisa supera l’ostico Ancona e ottiene la seconda vittoria consecutiva in campionato per l’estasi di un’Arena incandescente. Ma vediamo insieme nel dettaglio le prestazioni dei giocatori in campo.

PISA

BACCI 6.5 – Compie un balzo da felino nel Primo Tempo su una fiammata di Cognigni salvando la sua porta, e in generale sbroglia situazioni periolose in area dando sicurezza al reparto.

GOLUBOVIC 6.5 – Prestazione di grande sostanzada parte del giovanissimo terzino che come il collega Forgacs bada a fare tanta legna in difesa piuttosto che a spingere, anche ricorrendo alle maniere forti.

POLVERINI 7 – Il migliore. In ripiegamento risolve tante mischie rischiose soprattutto nella difficoltosa prima meta’del Secondo Tempo e fa valere la sua grandissima esperienza nei momenti di tensione. Si fa vivo pure in avanti.

ROZZIO 6.5 – Qualche piccola apprensione al cospetto di avversari rognosi tali Cognigni e Casiraghi,matutto sommato il capitano tiene sotto controllo la situazione in area.

FORGACS 6.5 – Vedi Golubovic. Non appariscente e costretto a non poter spingere come all’esordio, ma preziosissimo in fase arretrata contro i doppi esterni anconetani.

DI TACCHIO SV – Soffre ancora vista la precaria condizione fisica che lo costringe ad uscire subito dopo il gol di Cani. Dal 30′ SANSEVERINO 7.5 – Entra a freddissimo ma si rivela un mastino eccezionale recuperando un’infinita di palloni e facendo respirare la squadra. Importante come faro in mezzo al campo tra le due fasi, puo’rappresentare un jolly importanissimo per Gattuso.

RICCI 6 – Il piu’ in difficolta’. Come col Prato gli mancano il passo e soprattutto il carattere, poiche’ sembra ancora troppo timido e non arrembante come vorrebbe il suo mister.

VERNA 6.5 – La solita sicurezza che lo contraddistingue non manca nemmeno oggi. Sempre sul pezzo, si batte in una partita molto spinosa con forza e intelligenza. Da una sua conclusione velenosa nasce il gol di Cani.

LUPOLI 6.5 – Deliziosi alcuni scambi con Cani, si ritrova nel traffico della folta mediana marchigiana e non riesce a far brillare la sua stella. Ma non nasconde ardore e voglia di fare. Dal 77′ PERALTA SV

CANI 6.5 – Il Colosso d’ Albania si getta come un falco sulla pala vagante lasciata da Lori e regala la prima perla al pubblico indiavolato dell’Arena. Nella ripresa potrebbe anche raddoppiare, poi nel giro di due minuti prima si becca un giallo immeritato poi uno meritato davvero che non doveva capitare e cosi’ macchia una serata altrimenti perfetta.

STARITA 6.5 – Anche oggi il folletto padovano percorre i km e cerca di ubriacare a colpi di finte gli avversari ma la Muraglia eretta da Cornacchini lo blocca con efficacia. Dal 62′ MANNINI 7 – Un’ altra scelta geniale da parte di Ringhio. “Millemiglia” come lo chiamavano a Napoli, e ntra in campo e fa subito sentire la sua tecnica lavorando molto bene sulla sua corsia, e grazie all’esperienza recupera e gioca tanti palloni importanti.

ANCONA

Lori 5; Cazzola 5 (67′ Di Mariano 4), Mallus 6, Konate 5.5, Pedrelli 6; Paoli 5, Bambozzi 5,.5; Lombardi 6, Adamo 5 (55′ Bussi 5.5) Casiraghi 5.5 (80′ Sassano sv); Cognigni 6.

By