Le pagelle di Pisa – Teramo. Centrocampo in difficoltá, attacco spuntato

PISA – Andiamo a vedere una ad una le prestazioni dei nerazzurri nella sfida di ieri persa contro il Teramo.

di Enrico Esposito

PISA

Bindi 5.5. L’1-1 del Teramo scaturisce da un suo rinvio errato, non l’unico di una partita ancora vissuta con preoccupazioni evitabili. Nulla puó su entrambe le reti avversarie, é bravo sul tap-in tentato da Forte ad inizio ripresa.

Crescenzi 6.5. Realizza la rete dell’illusorio vantaggio con uno stacco perfetto su corner al bacio di Mannini e ancora una volta é il migliore nel pacchetto arretrato.

Rozzio 5.5. Su Forte riesce ad instaurare una guardia pressocché buona, ma soffre tanto le accelerazioni di Petrella che abitualmente lo salta.

Polverini 6. Partita ordinaria, non ha particolari colpe sui gol.

Avogadri 6. Nel primo tempo parte molto bene dando prova di essere in forma e poter pungere come a Prato, ma insieme al resto della squadra cala alla distanza.

Verna 5. Brutta prestazione da parte dell’ex-Grosseto che viene tramortito dal giro palla ben giostrato dal Teramo e lascia da solo Di Paolantonio sul gol. Dal 59′ Montella 5.5 – Il solito impegno, anche sulle palle alte che non dovrebbero competere a lui, ma non é servito a dovere.

Makris 6. A centrocampo é l’unico a salvarsi, a lottare e fare filtro. Qualche passaggio sbagliato di troppo, nel secondo tempo come i suoi compagni cala.

Ricci 5.5. Né carne né pesce. Non ha nelle corde l’interdizione e lo sappiamo, ma oggi latitano le geometrie e la regia in cui tanto egregiamente si sta perfezionando quest’anno.

Mannini 6. Pronti via dal suo piedino educato arriva il colpo di testa perfetto di Crescenzi. Poi viene risucchiato anche lui nel generale caos mentale della squadra, progressivamente scomparsa dal campo a vantaggio di un Teramo brillante e padrone del gioco. Un paio di sgroppate delle sue finite peró fuori dal campo e punizione alte. Oggi non era giornata. Dal 75′ Peralta 6. Entra come sempre bene in partita, ed é probabilmente l’unico a tentare di fare qualcosa per pareggiarla.

Varela 6 – L’inizio é da urlo, ottima sembra la sua intesa con Eusepi e delizioso un fraseggio per poco decisivo. Poi non riesce a rendere più pericoloso e va in debito d’ossigeno come da qualche giornata succede. Gli occorre un pó di riposo.

Eusepi 6 – Lo stesso dicasi per Varela, ha ancora l’attenuante della lunga lontananza dal ritmo partita. Dal 59 Cani 5. Non ci siamo, pochissimi palloni toccati e male.

TERAMO. Tonti 6, Scipioni 6, Speranza 6.5, Caidi 7, Perrotta 6.5, Amadio 7, Cenciarelli 6, Di Paolantonio 7, Cruciani 6.5, Forte 6.5, Petrella 7. All Vivarini 7

By