“Le Periferie al centro” parte dal quartiere Cep

PISA – Parte Mercoledi 21 luglio dal Cep “Le Periferie al Centro”. Poi, ad agosto, si sposterà in almeno un altro quartiere periferico. Perché l’obiettivo è proprio quello: “Riportare le periferie al centro della città, riqualificandole non solo dal punto di vista delle fondamentali manutenzioni e arredi, ma anche sotto il profilo delle iniziative culturali e d’aggregazione sociale” spiega la Presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini, assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa.

Proprio per questo Palazzo Gambacorti ha stanziato 10mila euro e li ha affidati alla SdS che ha predisposto un avviso pubblico vinto dal Cineclub Arsenale che organizzerà quattro incontri, con tanto di proiezione di un film, al Cep e altrettanti a Cisanello. Praticamente un minifestival delle periferie.

Si comincia mercoledì alle 19 dai campini di via Pierin del Vaga. Prima la presentazione del progetto, il “Festival” appunto, a cui interverranno la Presidente Gambaccini e l’assessore comunale alla cultura Pierpaolo Magnani e durante la quale sarà a raccontata la storia del quartiere, anche attraverso immagini e filmati raccolti dalle associazioni e altre realtà del quartiere che avranno anche la possibilità di presentare le proprie attività.

Poi, alle 21.30, la proiezione del film “Odio l’estate”, tre famiglie che a causa di un errore di booking si ritrovano a condividere l’estate al mare e scoprono le loro affinità affettive, una commedia firmata da massimo Vernier con Aldo, Giovanni e Giacomo.

“Questo progetto è, al tempo stesso, un bellissimo punto d’arrivo e di partenza – spiega l’Assessore comunale alla Cultura Pierpaolo Magnani -: l’idea di portare cinema, teatro e arte, infatti, è stata una linea guida su cui ho provato a lavorare fin dal primo insediamento, ma purtroppo la pandemia non ci ha inevitabilmente frenato. Adesso contiamo di ripartire, magarti arrivando a realizzare un programma più organico e strutturato nei prossimi perché il decoro delle periferie, passa  senz’altro dalle aiuole e dei marciapiedi, ma anche dalla possibilità di vivere il proprio quartiere in un modo più bello e profondo, condividendo momenti di svago e gioia collettiva”

Previste anche attività ludiche per i più piccoli. Il consiglio? “Portarsi una coperta o un cuscino – spiegano gli organizzatori -: sarà ancora più bello guardare il cinema sotto le stelle”

By