Le Repubbliche Marinare arrivano a tavola

TIRRENIA – Presentata lunedì 23 Aprile presso il locale “La Vela” di Tirrenia, l’anteprima della sfida tra le Repubbliche Marinare che avrà luogo a Tirrenia sabato 28 e domenica 29 Aprile, ma non sotto l’aspetto regatorio, bensì culinario, al fine di coniugare, in tale ottica, la vivacità della Toscana, il carattere della Campania, il colore della Liguria e le eccellenze del Veneto, rappresentate dalle storiche città di Pisa, Amalfi, Genova e Venezia, per un’iniziativa dall’eloquente titolo “Le Repubbliche Marinare a Tavola“, organizzata da Confcommercio di Pisa e dal Direttivo dei Commercianti di Tirrenia, con il contributo del Comune di Pisa e del Sindacato Italiano Balneari (SIB) ed inserita all’interno del cartellone “Marenia d’Inverno”.

di Giovanni Manenti

La manifestazione prevede la suddivisione di Tirrenia in quattro distinte aree geografiche, in cui locali e ristoranti suggeriranno ai clienti i menù tipici delle quattro regioni interessate, attraverso un viaggio nel gusto e nei sapori, amplificato da un”atmosfera gioiosa ed allo stesso tempo rievocativa dell’antica sfida rematoria, grazie al contributo dei ragazzi della “Scuola di avviamento alle Manifestazioni Storiche del Comune di Pisa” che si esibiranno nella giornata di domenica 29 aprile ed all’allestimento del Mercatino dell’Artigianato e del Collezionismo previsto all’interno dell’Area pedonale.

“Devo ringraziare i commercianti e gli imprenditori per l’impegno che hanno messo per la realizzazione di questo evento al quale Confcommercio è lieta di dare il proprio sostegno – esordisce il direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli – anche perché da tempo ribadiamo che il litorale non debba essere solo visto sotto l’aspetto balneare, ma deve anche essere stimolante per le iniziative di contorno, dalle culturali, storiche e culinarie, un ordine alle quali mi auguro una piena collaborazione di tutti i soggetti interessati, ivi compresi gli stabilimenti balneari che devono provare a veicolare il progetto imprenditoriale anche al di fuori del loro ristretto ambito”.

“Abbiamo voluto iniziare con una manifestazione un po’ fuori dagli schemi attraverso una configurazione finale che ha trovato piena adesione da parte degli interessati – afferma Davide Bigazzi –
abbiamo diviso Tirrenia in quattro zone in cui locali e ristoranti metteranno a disposizione menù con piatti e vini della Regione interessata, con altresì alcuni palloncini colorati all’esterno che chiarisce immediatamente a quale Repubblica Marinara si riferisce, così come anche altri locali non culinari possono offrire gadget e prodotti tipici di dette Regioni. Avremo in più la certezza di un tempo mite cui si uniranno le aperture degli stabilimenti balneari, per cui ci attendiamo una grande presenza ed affluenza di pubblico in questo inizio di estate”.

“La Scuola di formazione dei ragazzi per le Manifestazioni storiche è un’iniziativa partita alcuni anni fa – afferma l’assessore Federico Eligi – grazie all’aiuto di volontari che hanno creato un canale unico e privilegiato, nonché gratuito, per far conoscere ai giovani la storia di Pisa antica, riservandoci di portare il più possibile nei prossimi anni le manifestazioni storiche anche sul litorale nel corso dell’estate, come ad esempio una vecchia tradizione delle cere che il 14 agosto venivano esposte in Duomo e che oggi è rimasta solo in Sardegna e che potrebbe essere riproposta”.

“Speriamo di trovare una grande presenza ed affluenza di pubblico a queste manifestazioni – afferma il Comandante della Polizia Municipale Novi – e che la collaborazione dei locali e ristoranti possano dare lustro a queste iniziative e, da parte nostra, faremo di tutto per mantenere e tutelare l’ordine pubblico”.

Nello specifico i locali che hanno aderito all’iniziativa sono “La Loggia”, “Gulliver”, “Il Toscano”, “Skip”, Grand Bar”, “Tirrenia Doc Caffè” e “Piropo” per Amalfi; “La Dolce Vita”, “Le Scimmie” e “Pisa Più” per Genova; “La Vela” per Venezia, mentre Pisa sarà rappresentata da “Beny”, “L’Angolo del Panino”, “Edicola di Carla Casini”, “Panetteria”, “Caffè in Piazza”, “Da Manuel” ed “Imperiale”, dove, per quanto riguarda i Ristoranti, si potranno gustare specialità tipiche quali la zuppa pisana, trofie al pesto, spaghetti alla marinara e quant’altro le varie Regioni possono offrire.

Un’occasione da non perdere assolutamente per godere del primo sole di questo anticipo di estate, abbinando la tintarella ad un assaggio dei vari piatti tipici che essendo la manifestazione ripartita su due giorni e con quattro diverse Regioni, potrebbero essere tutti gustati, alternando tra desinare e cena le diverse specialità.

By