Le schede di Francesco Stanco e Stefano Di Cuonzo

PISA – Ecco le schede dell’attaccante Francesco Stanco che arriva dal Modena e di Stefano Di Cuonzo, appena svincolato dal Benevento.

Stefano Di Cuonzo è nato a Torino il 19 settembre 1985, è un terzino che può fare anche il centrale di difesa. Dicuonzo fa tutte le trafile del settore giovanile dal 1996. Fabio Capello lo prende in seria considerazione portandolo in ritiro con la prima squadra. Dopo il ritiro la Juve lo gira in comproprietà al Ravenna dove segna il suo primo gol da professionista partecipando alla promozione in serie B dei romagnoli. La stagione successiva va alla Pro Sesto, ma complice molti infortuni gioca solo sette partite così come l’anno successivo alla Pro Patria dove gioca poco. Nel 2009-10 finalmente si riprende dagli acciacchi. Viene acquistato a titolo definitivo dal Catanzaro dove disputa una grande stagione in Seconda Divisione sfiorando la promozione in Prima Divisione che sfuma dopo la sconfitta ai play-off con la Cisco Roma. A fine stagione Dicuonzo lascia però Catanzaro per accasarsi a Castellammare di Stabia dove incrocia Piero Braglia, vince la Coppa Italia Lega Pro, anche se con le vespe va ai play off vinti dai suoi compagni, ma a quali lui non prenderà parte per una squalifica di sei giornate. La stagione successiva rinnova il suo contratto con la Juve Stabia anche in Serie B. Con le vespe disputa un altro campionato da titolare come terzino sinistro. Termina la stagione con 40 presenze su 42 giornate di Serie B con un rendimento record. Anche il secondo anno in B Di Cuonzo si ripete giocando 33 partite e segnando due gol. È la sua ultima stagione in Campania. Il giocatore rimane svincolato e passa al Grosseto ad inizio della passata stagione, ma a gennaio è il Benevento a bussare alla porta e il giocatore decide di cambiare casacca. Con l’avvento però di mister Brini in panchina non rientra più nei piani della società campana fino alla sua rescissione.

Francesco Stanco e’ nato a Pavullo nel Frignano il 26 febbraio 1987. Ha fatto tutte le trafile del settore giovanile del Modena. Esordisce in Serie B nella stagione 2005/2006 con i canarini nella quale colleziona 4 presenze, tutte subentrando dalla panchina. Nella stagione 2006/2007 viene girato in prestito al Grosseto in Serie C1, giocando 8 partite ma non trovando nessuna rete. Nel corso del mercato di riparazione invernale si trasferisce sempre in prestito al Boca San Lazzaro in Serie C2, senza lasciare il segno. Arriva anche la retrocessione in Serie D. Nella stagione seguente torna a Modena, giocando una sola partita, e nel corso del mercato invernale viene ceduto in prestito al Valenzana in Serie C2, dove gioca 14 partite mettendo a segno 3 reti, le prime in una prima squadra.Nella stagione 2008/2009 torna a Modena, dove gioca undici partite e segna una rete, ma torna in prestito alla Valenzanala, dove in 27 presenze segna 4 gol. Dalla stagione 2010/2011 torna definitivamente a Modena, dove, nella stagione 2011/2012 mette a segno 6 reti. Inizia la stagione 2012/2013 con il gol vittoria a Libero Liberati di Terni e con la marcatura del momentaneo 1-1 nel match perso al 94′ contro il Varese. Il 5 marzo 2013 segna di testa il gol del momentaneo pareggio nella sconfitta casalinga contro il Brescia. Nella stagione 2013/2014 trova il suo primo gol nel girone di ritorno proprio contro la Juve Stabia di mister Piero Braglia.

20140721-154447.jpg

By