Le scuole comunali a Buti sono pronte per la inaugurazione dell’anno scolastico, tuttavia, pochi come sono, i dipendenti non possono fare miracoli

Riceviamo e pubblicato il comunicato stampa ricevuto dai Delegati e Lavoratori Indipendenti di Buti

BUTI – Le scuole comunali a Buti sono pronte per la inaugurazione dell’anno scolastico, cio’ è avvenuto per l’impregno profuso dal personale comunale , tuttavia, pochi come sono, i dipendenti non possono fare miracoli.

Il discorso va esteso a tutti gli altri settori comunali, la mancanza di organici è causa della carenza dei servizi, dell’aumento dei carichi di lavoro ormai insostenibili, di continue richieste di mansioni aggiuntive a cui in pochi non possiamo fare fronte.

Una situazione diffusa nei piccoli comuni, incluso quello di Buti, che hanno bisogno di nuove assunzioni e di investimenti in mezzi e attrezzature. un discorso a parte poi andrebbe fatto sull’acquisto di alcuni mezzi che non sempre rispondono alle esigenze reali ma solo alla ricerca di risparmio.

Il decreto enti locali approvato in estate prevede nuove possibilità assunzionali rivedendo parzialmente i limiti che autorizzavano una sola assunzione ogni 4 pensionamenti.

Non è facile capire quali siano le reali capacità assunzionali per i piccoli enti locali, quelli sotto 10 mila abitanti come nel caso di Buti

Pensiamo utile e necessario un dibattito pubblico per sapere se il rapporto tra spese di personale e spese correnti sia superiore al 25%, se la percentuale del turn-over è pari al 25%; se il rapporto è pari o inferiore al 25%, tutti casi nei quali la possibilità di assunzione sarebbe pari al 100%

Ma il ragionamento non puo’ limitarsi solo alla assunzione di poche unità in enti locali con dipendenti già all’osso, vorremmo capire come l’amministrazione comunale intenda gestire gli uffici e i servizi comunali, se hanno in mente alternative , e di quale tipo, alla gestione diretta da noi ritenuta la piu’ valida.

Nel comune di Buti avevamo un nido a gestione diretta che da anni è stato dato all’esterno, abbiamo due materne. settori per i quali la possibilità di assumere personale è stata rinnovata dal decreto enti locali di mezza estate. Anche in questo caso assunzioni sarebbero auspicabili come andare a sostituire almeno in parte personale\trasferito andato in pensione mantenendo gli stessi carichi di lavoro ai colleghi rimasti.

Pensiamo, come delegati rsu indipendenti eletti nella lista cobas , che di questi argomenti si debba parlare pubblicamente , ragione per cui chiediamo al sindaco Lari un incontro con i sindacati e cittadini sui servizi comunali e già che ci siamo vorremmo capire se ci sono novità per l’incremento della parte variabile del fondo della produttività giustificabile con aumento dei carichi di lavoro e dei servizi erogati.

Delegati e Lavoratori Indipendenti

By