Le Vecchie Glorie in campo all’Abetone per ricordare Romeo Anconetani. Le foto

PISA – Una doppia festa è andata in scena lunedì 9 settembre 2019 al Campo Sportivo Comunale “Abetone” di via Bonanno a Pisa, ovvero la riapertura dell’impianto, rimasto chiuso per anni ed ora gestito dalla Freccia Azzurra ed un simpatico amarcord costituito dalla presenza di molti ex giocatori nerazzurri che non hanno voluto far mancare la loro presenza in occasione del “Memorial Romeo Anconetani”, organizzato dai familiari del “Presidentissimo” nel ventennale della sua scomparsa, penultimo di una serie di eventi che si concluderanno con la serata finale del 4 novembre prossimo al Teatro Verdi.

di Giovanni Manenti

Graditissima “ospite d’onore” la moglie di Romeo, Signora Agata – anche se per tutti resta sempre la “Titina” – che a dispetto dei suoi 97 anni, non è voluta mancare a fare da “madrina” alla manifestazione, che ha visto altresì tornare all’ombra della Torre Pendente il tecnico rumeno Mircea Lucescu, allenatore del Pisa nella sua ultima stagione in A nel 1990.91, esperienza che gli ha consentito di acquisire quel bagaglio di conoscenze poi messe a frutto su altre piazze importanti.

La serata, che si è avvalsa come conduttore, dell’oramai immancabile voce, speaker dell’Arena Garibaldi Marco Guidi, si è aperta con la sfilata e presentazione al pubblico presente dei giocatori e tecnici delle varie formazioni della Freccia Azzurra, con i più piccoli ad avere poi la soddisfazione di sfidare ai calci di rigore due ex portieri del valore di Luigi Simoni, nel pre partita, ed Alessandro Mannini durante l’intervallo, un ricordo che porteranno sempre nel cuore.

Non hanno voluto mancare all’appuntamento il Sindaco Michele Conti, il presidente Giuseppe Corrado l’allenatore in Seconda del Pisa Riccardo Taddei

Michele Conti a bordo campo 

 

Una panchina di lusso con Luca Giannini al timone 

 

Dodo Chierico autore del primo gol 

 

La terna arbitrale 

 

Occhipinti nelle operazioni di riscaldamento 

 

Maria Chiara Anconetani 

 

Il Sindaco Michele Conti 

 

Luigi Simoni con Mircea Lucescu 

 

Vecchie Glorie sul campo

La gara, viceversa, ha visto contrapporsi la formazione “Vecchie Glorie” – formata da giocatori che hanno vestito i colori del Pisa nell’epoca di Romeo Anconetani  ed una mista “Pisa All Stars“, di cui hanno fatto parte anche alcuni altri ex nerazzurri di epoca più recente, in modo da compensare. con la loro gioventù, l’indubbio maggior tasso tecnico degli avversari, qualora si pensi che agli ordini di Luca Giannini sono scesi in campo “piedi buoni” quali quelli di Bruno Caneo, Aldo Dolcetti, Odoacre Chiertco, nonché, a dispetto dei suoi 66 anni, di un “Caio” Di Prete ancora in grado di reggere bene il campo.

Ed è stata partita vera – con le “All Stars” rinforzate dalla presenza di Ciro Capuano, Paolo Andreotti, Emanuele D’Anna e Nicola Mingazzini – a dar del filo da torcere ai più titolati avversari, i quali peraltro hanno preso l’impegno con la massima professionalità come quando calcavano i campi della Serie A, tant’è che lo spettacolo non è mancato ed il pubblico presente si è divertito, potendo ancora, a distanza di anni, ammirare ancora la classe cristallina di alcuni di loro, primo fra tutti un Chierico, che fa poco ha varcato la soglia dei 60 anni, ma che si è dimostrato ancora combattivo come non mai.

Ed è stato proprio “Dodo” a sbloccare il risultato con una pregevole conclusione dal limite dell’area che si andata ad insaccare nell’angolo alto della porta di9fesa da Andrea Bottone per un vantaggio peraltro di breve durata, poiché un D’Anna ben pescato da un passaggio filtrante si trova solo davanti a Simoni per superarlo in dribbling per il punto dell’1-1 con cui le due squadre vanno al riposo anche per merito di Luca Polzella (che nel frattempo aveva rilevato Bottone tra i pali), il quale compie il più applaudito intervento della serata respingendo in tuffo una conclusione a botta sicura di Luca Cecconi.

Ovviamente, la gara è stata ricca di una girandola di sostituzioni – tra le “Vecchie Glorie” per limiti anagrafici e per dare possibilità a tutti di scendere in campo, mentre il tecnico delle “All Stars” Mauro Mangini è costretto a ruotare i suoi giocatori in base alla tenuta fisica degli stessi, contando tra le sue file gli “immancabili” Angelo Caccetta e l’ex Sindaco di Pisa Paolo Fontanelli, sempre presenti in queste circostanze – che non ha però fatto venir meno quel sano agonismo e la voglia di vincere messa in campo.

Nella ripresa, ritrovati i giusti equilibri, è stato ancora Chierico a “spaccare” la partita, rincorrendo caparbiamente lungo l’out destro un pallone che sembrava destinato ad uscire, per poi operare uno dei suoi proverbiali cross che, all’epoca dei suoi trascorsi in giallorosso, erano manna per la testa di Roberto Pruzzo, e che stavolta ha trovato ad impattare la testa “meno nobile” di Andrea Bagnoli, ma non per questo restia a raccogliere il delizioso assist per il punto del 2-1.

La “Volpe Rossa” ha poi messo a segno la rete della sicurezza, stavolta appoggiando comodamente in rete un passaggio di Giacomo Lorenzini al termine di una buona azione manovrata dell’attacco delle “Vecchie Glorie”, per poi avere sul piede addirittura la palla della tripletta personale, sventata dalla respinta di Polzella, uscito a chiudere lo specchio della porta.

Non crediate però che la rivoluzionata formazione delle “All Stars” sia stata a far da comparsa – ed in quest’ottica una nota di merito va anche all’ex campione mondiale ed olimpico di Fioretto Simone Vanni, in campo per tutta la gara e dimostratosi l’altezza del compito affidatogli – che ha cercato di replicare colpo su colpo, trovando poi, proprio in chiusura, la rete del 2-3 ancora con D’Anna per un punteggio finale che meglio rispecchia l’andamento dell’incontro.

Al termine, spazio anche per un ricco buffet messo a disposizione dagli organizzatori ed un caloroso arrivederci ai prossimi appuntamenti, con la speranza, come più volte ribadito da Matteo Anconetani, che, a parte la particolare ricorrenza di quest’anno, un tale evento possa ripetersi puntualmente anche nelle prossime stagioni, soprattutto avendo i giocatori una volta di più dimostrato, con la loro presenza, quanto siano rimasti, loro per primi, affezionati sia al ricordo del Presidente, ma anche alla nostra città, nonché uniti da uno spirito di amicizia che è sempre bello ritrovare tra uomini di Sport e che, lasciatecelo dire, forse manca nel super milionario calcio di oggi.

VECCHIE GLORIE NERAZZURRE – PISA ALL STARS 3-2 (Chierico, Bagnoli 2; D’Anna 2)

VECCHIE GLORIE (Primo tempo): Alessandro Mannini (Luigi Simoni): Roberto Chiti (Joseph Oshadogan), Davide Lucarelli; Bruno Caneo, Giuseppe Argentesi, Roberto Bosco; Maurizio Neri, Odoacre Chierico, Claudio Di Prete (Antonio Rebesco), Aldo Dolcetti, Luca Cecconi. All. Luca Giannini e Mircea Lucescu

PISA ALL STARS (Primo tempo): Andrea Bottone (Luca Polzella); Angelo Caccetta (Lorenzo Vouk), Ciro Capuano; Paolo Andreotti, Antonio Campanale (Simone Talamucci), Simone Vanni; Emanuele D’Anna, Nicola Mingazzini, Simone Masini, Gabriele Vannucci (Francesco Martinelli), Paolo Fontanelli (Samuele Freggia). All. Mauro Mangini

VECCHIE GLORIE (Secondo Tempo): Luigi Simoni; Bruno Caneo, Mirko Taccola, Joseph Oshadogan, Davide Lucarelli; Leonardo Occhipinti, Odoacre Chierico, Antonio Rebesco; Luca Cecconi, Andrea Bagnoli, Giacomo Lorenzini.

Per le “All Stars”, hanno fatto il loro ingresso in campo nella ripresa Mauro Marchisio, Antonio Celstino, Pier Giorgio Morelli e Michele Lupetti, nel mentre hanno disputato l’intero incontro Capuano, Andreotti, Vanni, D’Anna, Mingazzini e Masini.

Loading Facebook Comments ...
By