Leandro Vitiello centrocampista del Catanzaro in esclusiva a Pisanews:”Pisa punta a vincere, ma noi vogliamo far risultato”

PISA – Domenica sara’ una trasferta difficile per il Pisa che andra’ a far visita al Catanzaro allo stadio “Ceravolo”. La squadra giallorossa,l’altro, viene da una roboante vittoria con il Lecce allo stadio di Via del Mare della citta’. Abbiamo quindi parlato di tutto cio’ e non solo,vcol centrocampista del Catanzaro Calcio, Leandro Vitiello.

LA SCHEDA. Vitiello, nato a Scafati, provincia di Salerno il 16 ottobre 1985, e’ alto cm.1,80 e pesa 73 kg. Proviene dalle giovanili del Napoli ed ha militato nel Melfi, poi Acireale, Cremonese, Vicenza, Ascoli. Sambenedettese, Grosseto, Bellinzona e Catanzaro.

Leandro, benvenuto su Pisanews: cominciamo dal vostroso a Lecce. Che clima si respira nella vostra squadra dopo questa vittoria?

“Si respira un giusto clima di euforia che, pero’, e’ durato il giusto, in quanto gia’da oggi abbiamo iniziato ad allenarci in previsione dell’incontro col Pisa, che sara’ una gara difficile”.

La squadra del Lecce, che voi avete battuto in casa, è stata considerata dagli addetti ai lavori come la favorita in chiave promozione, ma i risultati finora non parlano in tal senso:a tuo modo di vedere, che cosa e’ che non funziona nella compagine salentina?

“Prendere nomi di blasone non è una certezza di vittoria. Contro di noi avevano degli infortunati, ma li ho visti giu’ a livello mentale e poi l’ambiente e’ un po’depresso, perche’ a Lecce si aspettavano tutt’altro”.

Qual’e’ il “segreto”di questo successo?

“Noi abbiamo preparato la partita di Lecce al meglio, sapevano delle tre sconfitte ed abbiamo approfittato di questa loro situazione. In ogni caso per me e’ sempre una grande squadra che ha tutto il tempo per risalire dalla brutta situazione in cui si trova ora”.

E domenica ricevete il Pisa: che squadra ti aspetti?

“Il Pisa e’ una squadra completa in tutti i reparti ed attrezzata per vincere, con all’attacco, un giocatore del calibro di Arma che e’ forte. Poi ha ottime individualita’ come Favasuli, anche se non ci sara’ e poi Sabato e Mingazzini che sono da categoria superiore. Prepareremo pero’ questa partita nel migliore dei modi per far risultato, sappiamo che il Pisa è una grande squadra che punta a vincere. pero’noi abbiamo rispetto di tutti ma timore di nessuno”.

Ed il Catanzaro dove vuole arrivare?

“E’ ancora presto, abbiamo giocato solo 4 partite ed abbiamo fatto bene, andiamo avanti partita per partita, poi tireremo le somme. Noi speriamo di essere una sorpresa in questo campionato, che puo’ dire la sua”.

quale modulo di gioco adottate?

“Non abbiamo un modulo di gioco preciso, anche perche’ il nostro Mister Brevi non è uno che si focalizza su un modulo in particolare, diciamo che ultimamente son stati adottati sia il 4-4-2 e sia il 4-3-3 ma son moduli che possono cambiare a partita in corso a seconda delle esigenze di gioco e degli avversari”.

Parlaci del vostro allenatore Brevi, che tecnico è?

“Premeso che sono arrivato in Calabria da poco, Brevi è un mister giovane ma molto preparato sia come motivatore sia sotto l’aspetto tecnico tattico, lui era in campo un giocatore di carattere e ci trasmette questa sua mentalita’ “.

Ora parlaci delle tue caratteristiche di gioco..

“Sono un centrocampista sia a livello di interdizione che di impostazione”

Diamo uno sguardo a questa classifica di inizio campionato:secondo te veritiera?

“Sicuramente, questa classifica non è affatto bugiarda, chi ha fatto i punti ed e’ in testa, come il Pisa, se lo e’ meritato, questo sara’ un campionato molto equilibrato e con squadre di blasone nel quale tutti cercheranno di puntare in alto,visto che ci sono 9 posti per i play-off. Certo, Lecce, Salernitana, Benevento hanno investito tanto per vincere il campionato, anzi, il Benevento sono 7 anni che ci tenta, ma con l’entusiasmo ed i risultati il Pisa puo’ fare molto bene”.

SOTTO LEANDRO VITIELLO CON LA MAGLIA DEL GROSSETO

20130925-000157.jpg

By