Lega Pro 2013-1014: il nuovo regolamento dei play-off

PISA – Sarà una stagione particolare quella che il Pisa andrà a vivere in Lega Pro. In Prima Divisione nessuna retrocessione, playoff allargati e con il ritorno ai calci di rigore, infine un organico di squadre ancora tutto da scrivere in un’altra estate che si preannuncia “caldissima”, come riporta anche il sito ufficiale dell’Ac Pisa 1909.

Cerchiamo però di capire meglio quali saranno gli aspetti principali del prossimo campionato elencati con precisione dettagliata dal Comunicato Ufficiale 131/L del 26 novembre 2012.

Organico

L’organico della Prima Divisione e della Seconda Divisione della Lega Pro per la stagione sportiva 2013-2014 è stabilito complessivamente in 69 società. Eventuali carenze di organico in Lega Pro, a seguito della mancata ammissione ai campionati di competenza 2013-2014, saranno colmate attraverso procedure di ripescaggio da disciplinare con apposito e successivo comunicato ufficiale.

Nella stagione 2013-2014, i campionati di Lega Pro saranno articolati in due gironi di Prima Divisione, per complessive 33 squadre e in due gironi di Seconda Divisione, per complessive 36 squadre.

Criteri di promozione dalla Prima Divisione in Serie BLe squadre classificate al primo posto dei due gironi acquisiranno il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie B. La determinazione delle altre due squadre che acquisiranno il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie B avverrà dopo la disputa dei playoff tra le squadre che, a conclusione del Campionato, si saranno classificate dal 2° al 9° posto di ogni girone.

Playoff

I playoff avranno nella prossima stagione un turno supplementare che vedrà sfidarsi: 2°-9°, 3°-8°, 4°-7°, 5°-6°. Le gare si giocheranno in casa della squadra con il miglior piazzamento e in caso di parità di punteggio al termine dei minuti regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno. A seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore.

Le vincenti delle sfide 2°-9° e 5°-6° si sfideranno in una gara di andata e una di ritorno. La gara di andata disputata sul campo della squadra in peggior posizione di classifica al termine del campionato. A conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore

Le vincenti delle sfide 3°-8° e 4°-7° disputeranno una gara di andata e una di ritorno. La gara di andata disputata sul campo della squadra in peggior posizione di classifica al termine del campionato. A conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore

Le due squadre rimaste in corsa si giocheranno quindi l’ultimo posto disponibile per la serie B disputando una gara di andata e una di ritorno. La gara di andata sul campo della squadra in peggior posizione di classifica al termine del campionato. A conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore.

20130627-112932.jpg

By