Lega Pro Girone B: il punto di Giovanni Manenti

PISA – La Spal cala la “cinquina” ed, approfittando delle contemporanee sconfitte di Ancona e Rimini, nonché del pareggio esterno del Pisa, incrementa il proprio vantaggio in vetta alla classifica, al termine di una quinta giornata che ha visto il riscatto del fattore campo, con ben cinque successi interni sulle otto partite disputate

complice un infortunio al Direttore di gara che ha portato alla sospensione dell’incontro Savona-Arezzo dopo soli 8′ di gioco.

Non si ferma, dunque, la marcia della Spal che regola con il minimo scarto anche L’Aquila grazie alle reti segnate da Cellini e Finotto (9 reti in due sulle complessive 10 realizzate dalla squadra), non riuscendo a capitalizzare nella prima frazione di gioco l’assoluto dominio del campo ed andando al riposo sull’1-0 in virtù del punto messo a segno da Cellini da autentico rapinatore d’area qual egli è. Incassato in avvio di ripresa il pari da Sandomenico, risulta decisiva la mossa attuata da Mister Semplici di mandare in campo Finotto al 27′ al posto di Di Quinzo e la giovane punta ripaga appena 5′ dopo la fiducia del Mister finalizzando al meglio un delizioso assist di Zigoni per il 2-1 finale. Alle spalle degli estensi cadono l’Ancona, la quale ha risentito delle energie spese nel recupero infrasettimanale con il Teramo e sconfitta senza attenuanti sul campo di una sempre più sorprendente Carrarese trascinata dalla vena del proprio bomber di colore Gnahorè, ed il Rimini, vittima della prima vittoria stagionale del Siena (miglior difesa del torneo con un solo goal subito e porta imbattuta da oltre 400 minuti) che al Franchi vede finalmente sbloccarsi il proprio attacco grazie alla prima rete in campionato del bomber Bonazzoli, cui ha replicato in chiusura di primo tempo Caliento con un perentorio stacco di testa su punizione calciata dal solito Burrai per il 2-0 finale. Non riesce ad approfittare di dette battute d’arresto il Pisa per issarsi al secondo posto della graduatoria, facendosi a propria volta bloccare sul pareggio in quel di Santarcangelo dopo essersi portata sul 2-0 nel corso del primo tempo grazie alle reti di Starita in apertura con un preciso rasoterra dal limite e di Mannini dopo la mezz’ora con una superba trasformazione di un calcio di punizione dai 20 metri. La rete subita da De Vena nel recupero della prima frazione di gioco ha tolto sicurezza ai ragazzi di Mister Gattuso che nella ripresa hanno subito oltre ogni lecita aspettativa le iniziative dei locali, giunti meritatamente al pareggio al 65′ ancora con De Vena abile ad inserirsi in area e sfruttare un passaggio filtrante dell’ex nerazzurro Guidone.

By