Lega Pro, la griglia play-off. Oggi il campionato finirebbe così…. Pisa peggior seconda ospiterebbe il Bassano

PISA – La terz’ultima giornata ha quasi interamente definito il quadro delle partecipanti alla “Post Season” di Lega Pro, avendo certificato la seconda aritmetica Promozione diretta in Serie B, con la Spal andata a fare compagnia al Cittadella, mentre anche il Benevento, nel Girone C, vede il traguardo ad un passo bastandogli un punto nel confronto diretto con il Lecce previsto per sabato prossimo tra le mura amiche.

di Giovanni Manenti

Sicure dell’accesso ai playoff sono altresì Pordenone, Bassano ed Alessandria nel Girone A (complice l’inaspettata sconfitta interna del Padova con la Giana Erminio), Pisa e Maceratese nel Girone B (dove l’Ancona ne è altresì aritmeticamente esclusa quale peggiore delle tre quarte) mentre il solo Girone C tiene in sospeso l’esito finale in quanto il Cosenza, battendo il Foggia nel confronto diretto, può ancora sperare di raggiungere la coppia Foggia/Casertana che la precede di tre punti, con il solo Lecce sicuro di partecipare quantomeno ai playoff. Peraltro, se è quasi definita la lista dei partecipanti ai “playoff”, non altrettanto può dirsi per ciò che attiene ai relativi accoppiamenti, laddove si consideri che il Lecce, che una settimana fa era classificato come “seconda miglior terza”, oggi ricopre addirittura la veste di “miglior seconda” e ciò in virtù dei soli tre punti che separano la “miglior seconda” (il Lecce, appunto, con 60) e la “peggior quarta” (attualmente l’Alessandria a quota 57), con conseguenti ribaltamenti ad ogni turno di calendario. Prova ne sia che, rispetto alla scorsa settimana, sono variati tutti e quattro gli abbinamenti dei Quarti di Finale a gara unica, con il Lecce – che ha nuovamente scavalcato il Foggia come “miglior seconda” a seguito della sconfitta dei “Satanelli” a Cosenza – che allo stato attuale ospiterebbe l’Alessandria, tornata “peggior quarta”, con la Casertana a rendere visita al Pordenone ed il Bassano a scendere all’Arena Garibaldi contro un Pisa scivolato al ruolo di “peggior seconda” solo per una peggior differenza reti rispetto al Pordenone, con il quadro completato dalla sfida tra Foggia e Maceratese.

Direttamente promosse in Serie B:

CITTADELLA – Girone A – 72 punti; SPAL – Girone B – 68 punti e BENEVENTO – Girone C – 66 punti

Accoppiamenti Quarti di Finale: (Gara unica sul campo della miglior classificata ed a cui accedono le tre seconde, le tre terze e le due migliori quarte classificate dei rispettivi gironi – aritmeticamente esclusa l’Ancona quale peggior quarta con 50 punti)

Gara a) – Lecce – Girone C – 60 punti (miglior seconda) – Alessandria – Girone A – 57 punti (peggior quarta);

Gara b) – Pordenone – Girone A – 59 punti (seconda miglior seconda, a pari merito con il Pisa, ma con una miglior differenza reti) – Casertana – Girone C – 59 punti (miglior quarta);

Gara c) – PISA – Girone B – 59 punti (peggior seconda) – Bassano – Girone A – 58 punti (peggior terza);

Gara d) – Foggia – Girone C – 59 punti (miglior terza, a pari merito con la Casertana, ma in vantaggio nei confronti diretti) – Maceratese – Girone B – 58 punti (seconda miglior terza, a pari merito con il Bassano, ma con una miglior differenza reti).

Accoppiamenti Semifinali: (Gare di andata e ritorno con partita di andata sul campo della peggior classificata alla fine della stagione regolare)

Semifinale 1 – Vincente gara a) (Lecce – Alessandria) c. vincente gara d) (Foggia – Maceratese);

Semifinale 2 – Vincente gara b) (Pordenone – Casertana) c. vincente gara c) (Pisa – Bassano).

Come detto in premessa, è sin troppo evidente come, pur mancando solo due gare alla fine, questi accoppiamenti siano suscettibili di variazioni anche rilevanti nel corso delle prossime settimane a causa dei ridotti distacchi tra le dirette interessati (basti pensare al fatto che le tre “seconde” sono divise da un solo punto, mentre per decidere lea “migliori terzi” si è dovuto ricorrere sia all’esito dei confronti diretti che alla “differenza reti” a parità di punti …) e noi saremo ben lieti di evitarvi calcoli ed alchimie varie, proponendovi puntualmente, giornata dopo giornata, ogni logico cambiamento prima di arrivare, al prossimo 8 maggio, alla definitiva stesura della “Griglia Playoff”.

By