Lega Pro. Il punto dopo la ventottesima giornata. È testa a testa Alessandria-Cremonese

PISA – La ventottesima giornata del girone A di Lega Pro ha segnato con il pareggio a reti bianche tra Pistoiese e Alessandria, e la contemporanea vittoria della Cremonese sul campo dell’Olbia, una riapertura ancora più clamorosa della lotta per accaparrarsi la vittoria del campionato e di conseguenza la serie B.

di Enrico Esposito

Si sono infatti ridotti soltanto a quattro i punti (60 e 56) che i piemontesi possono ancora amministrare rispetto agli uomini di Tesser, che dopo un periodo di crisi sono ritornati prepotentemente in corsa per l’obiettivo. L’1-3 in casa della formazione sarda, che non conosce più la vittoria da due mesi e ha provveduto all’esonero di mister Mignani, conferma uno stato di forma ottimale per i lombardi grigiorossi che a partire dalla vittoria proprio sull’Alessandria hanno inanellato soltanto vittorie e appaiono la compagine più in forma dal punto di vista mentale anche rispetto alle altre due inseguitrici, Arezzo e Livorno, appaiate al terzo posto a quota 50. Le due toscane infatti hanno frenato ulteriormente in un turno che sulla carta le vedeva favorite sulle loro avversarie. Gli uomini di Sottili hanno agguantato in rimonta l’1-1 in casa della Racing Club, mentre gli amaranto di Foscarini hanno subito un inaspettato 0-2 al “Picchi” per mano di una rediviva Robur Siena.

In zona playoff, al quinto posto, a 46 lunghezze troviamo una sempre più sorprendente Giana Erminio, che è riuscita a imporsi 4-3 a Viterbo, mentre 43 sono i punti di un Piacenza ancora inarrestabile, che al “Mannucci” ha piegato 4-1 il Tuttocuoio ridotto in dieci sin dal primo quarto d’ora per l’espulsione di Tiritiello. A quota 41 in coabitazione si issano il Renate, che a Meda supera 1-0 la pericolante Carrarese, la Viterbese e il Como che a Lucca nel posticipo di domenica agguanta a Lucca un pareggio insperato all’ultima azione del match. Distanziata a quota 38 il Pro Piacenza che, alla quarta vittoria in cinque incontri, sconfigge al “Garilli” il Prato con una doppietta di Musetti e si tira fuori forse definitivamente dalla zona play-out.

35 sono i punti di una Robur Siena che torna a respirare, distanziando di due lunghezze la nuova Pistoiese di Gianluca Atzori, capace di bloccare al “Melani” la capolista nonostante diverse assenza. A quota 31, nell’ultimo posto utile per evitare i play-out, in compagnia dell’Olbia troviamo il Pontedera, che compie un colpo importantissimo per la sua stagione sbancando il campo della Lupa Roma per 3-1 con la doppietta di Santini e il sigillo finale di Della Latta.

In zona play-out perdono quasi tutte, con Tuttocuoio e Lupa Roma che restano inchiodate a quota 28, la Carrarese a 26 e il Prato, che a 23 si ritrova in fondo alla graduatoria, scavalcato di una lunghezza dalla Racing Club.

Nel prossimo turno, il decimo di ritorno, il big match è sicuramente il derby Arezzo – Livorno, che probabilmente farà più chiarezza sulla terza forza del campionato. Alessandria (ospiterà l’Olbia) e Cremonese (riceverà il Tutocuoio) sulla carta hanno due impegni alla portata, mentre in coda il Prato dovrà assolutamente battere la Lucchese al “Lungobisenzio” per approfittare dello scontro diretto tra Carrarese e Racing Club Roma.

Prossimo turno girone A Lega Pro
Giornata 29
11.03. 14:30 Carrarese Racing Roma
11.03. 14:30 Como Pistoiese
11.03. 14:30 Giana Erminio Lupa Roma
11.03. 14:30 Piacenza Siena
11.03. 14:30 Viterbese Pro Piacenza
11.03. 16:30 Alessandria Olbia
11.03. 16:30 Cremonese Tuttocuoio
11.03. 16:30 Pontedera Renate
11.03. 18:30 Prato Lucchese
11.03. 20:30 Arezzo Livorno

By