Leonardo Davide Gatto in esclusiva a Pisanews: “Sarà una bella emozione affrontare il Pisa, squadra che mi ha lanciato in B.Con mio fratello Massimiliano non mi sentirò in questa settimana che precederà la gara”

PISA – Dopo l’importante pareggio interno di domenica scorsa contro la capolista Frosinone, gli uomini di Mister Gattuso si stanno preparando ad affrontare un’altra battaglia, che andrà in scena al “Del Duca “di Ascoli Piceno e che sarà anche un derby in famiglia, visto che nelle file dei marchigiani milita il fratello di Massimiliano Gatto. Stiamo parlando di Leonardo Davide Gatto, attaccante, anche lui ex nerazzurro, avendo giocato nel Pisa per due stagioni dal 2011 al 2013. Pisanews lo ha intervistato, sentiamo le parole che ha rilasciato al nostro portale.

di Maurizio Ficeli

D.Salve Leo e ben ritrovato su Pisanews : parliamo della tua stagione nell’Ascoli, come sta andando sia a livello personale che di squadra?

R. “Credo che la mia stagione sia in linea con le stagioni precedenti. A livello personale spero di migliorare il mio score realizzativo, che è di 5 gol e risale all’anno in cui militavo nel Lanciano. Per quello che riguarda la squadra siamo in linea con gli obiettivi di inizio stagione, che sono quelli di centrare una salvezza tranquilla.”

D. Siete reduci da un pareggio col Vicenza, che gara è stata, con una compagine, quella Berica, ex aequo in classifica col Pisa?

R. “E’ stata una partita che potevamo vincere, non siamo stati bravi come in altre occasioni a raddoppiare, abbiamo avuto le occasioni per chiudere la gara ma non le abbiamo concretizzate, quindi c’è stato un po’ di timore da parte nostra di essere rimontati come era già capitato in altre occasioni. Resta il fatto che il pareggio fuori casa va sempre bene”.

D. E sabato prossimo affronterai, al “Del Duca “proprio la tua ex squadra, il Pisa: proverai qualche emozione scendendo in campo?

R.”Sicuramente sì, è la squadra che mi ha lanciato in Serie B, ho un ottimo ricordo dei tifosi pisani e della città in generale e credo sia lo stesso per loro. Sabato sarà una bella emozione.”

D.Tra l’altro questa gara costituirà una specie di “derby in famiglia “,in quanto nel Pisa milita tuo fratello Massimiliano :avete già parlato un pò fra di voi riguardo a questa gara?

R. “No, abbiamo parlato a inizio anno di questa partita e sabato sarà per entrambi una bella emozione. Ci siamo ripromessi di non sentirci nella settimana che avrebbe portato a questa gara.”

D. Pisa dove hai giocato per ben due anni: ti senti ancora con i compagni di quel periodo?con Leo Perez,altro ex nerazzurro, ti capita di parlare di quel periodo?c’è qualche aneddoto da ricordare in particolare ?

R. “Sì, con Perez parliamo ogni tanto di quel periodo e scherziamo sul fatto che in campo facevamo i movimenti al contrario, eravamo ancora immaturi, quando giocavamo insieme facevamo il contrario di quello che ci chiedeva il Mister. E’ stato un bel periodo, divertente. E’ stato un gran piacere ritrovare qui Leo, non è mai cambiato (dice ridendo).”

D. Mentre sul Pisa attuale che informazioni hai e cosa temi in particolare della compagine allenata da Mister Gattuso?

R. “Il Pisa è un ottimo gruppo perché, per quello che hanno passato, se non sei un ottimo team finisci per sfasciarti. A Gattuso va dato il grande merito di essere riuscito a tenere tranquilla la squadra. Credo che, anche se dovessero arrivare punti di penalizzazione, il Pisa potrà salvarsi.”

D. Visto che in nerazzurro c’è tuo fratello Massimiliano, avrai senz’altro seguito abbastanza da vicino le tribolate vicende societarie pisane, poi conclusesi positivamente :da esterno all’ambiente attuale , ci credevi in un epilogo positivo della vicenda?

R. “Sì, ci credevo, conosco la piazza di Pisa, i tifosi e la città vivono di calcio come ad Ascoli. Va dato merito ai Corrado per quanto stanno facendo e credo che negli anni il Pisa riuscirà a confermarsi stabilmente in B e, con i giusti investimenti, ambire alla A”

D. Quali sono i punti di forza della compagine bianconera e cosa dovrà temere,in particolare ,il Pisa,nell’affrontare l’Ascoli?

R. “Veniamo da 11 risultati utili consecutivi e c’è grande euforia e il fattore mentale può rappresentare una spinta in più.”

D. Ascoli dove milita un pisano doc,Andrea Favilli, che sta facendo bene:cosa ci puoi dire al riguardo?

R. “Favilli è un bravissimo ragazzo, è stato in grado di sfruttare al meglio l’occasione che gli è stata data e sono certo che arriverà a grandi livelli perché vuole migliorarsi sempre più e non si accontenta mai”.

D. Quale potrà essere, a tuo avviso, il fattore che potrà determinare un vantaggio,come risultato, a favore dell’una o dell’altra squadra?

R.” Chi segnerà per prima vincerà, Ascoli e Pisa sono due squadre che si difendono abbastanza bene . Se riuscissimo a segnare credo che la gara potrebbe incanalarsi sul binario giusto.”

D. Per concludere, Leo,vuoi mandare un messaggio di saluto ai tifosi pisani,che ti ricordano sempre con immenso piacere?

R. “Li saluto perché come ho già detto a Pisa sono stato bene”

By