Leonardo Menichini:”Dobbiamo fare una partita propositiva, rispettiamo il Lecce, ma non abbiamo paura”.

PISA – E’ un Mister Menichini sereno, ma determinato quello che si è presentato nella sala stampa dell’Arena quest’oggi. Problemi soprattutto in difesa, dove la coperta, con l’infortunio di Pellegrini è cortissima. La volontà è quella di fare bene, per onorare una cornice di pubblico che si prospetta molto importante. Si è parlato anche del futuro del tecnico ponsacchino.

di Marco Scialpi

 

Condizioni pisco-fisiche della squadra: “Qualche giocatore purtroppo non ci sarà, causa squalifiche ed infortuni. Abbiamo però lavorato al meglio, in questo senso l’amichevole di Carrara ci ha aiutato a non perdere il ritmo”

“Bisogna riprendere il cammino dalla vittoria con il Prato e da quanto di buono mostrato a Salerno, vogliamo blindare i Play Off, quindi dobbiamo vincere”.

Situazione squadra in generale:”Siamo all’incirca tutti allo stesso livello di condizione fisica, siamo ridotti all’osso, ma non deve essere un’attenuante”.

Infortunati: “Come sapete, Crescenzi e Caputo hanno finito la stagione, ed anche per Pellegrini il recupero è difficile, mi sbilancio dicendo che è più no che si. Sto vagliando delle soluzioni alternative, tattiche e di uomini; ho già qualche idea in testa, anche se, come tutti gli allenatori, avrei preferito poter lavorare con tutta la rosa al completo”.

Tattica: “Questa squadra, per come la vedo io, è stata costruita per giocare a quattro in difesa, anche se negli scorsi mesi ha utilizzato l’assetto a tre. In carriera ho utilizzato entrambe le varianti, in ogni caso metterò in campo solo giocatori al cento per cento, che possano darmi il massimo”.

Centrocampo, si va verso la conferma della linea a tre, viste anche le squalifiche di Mingazzini e Mannini: “Ho quattro mediani per tre posti: Cia, Favasuli, Parfait e Sampietro si giocano tre maglie, è ancora però tutto in divenire”. Come già detto dipende anche dal modulo, anche se la strada pare ormai tracciata.

Qualche parola sul futuro: “Ho un contratto fino al giugno 2015 e mi pare inutile continuarne a parlare. Ho rifiutato altre situazioni perchè voglio dare continuità al mio lavoro. Se la società non mi comunica nulla, si va avanti anche il prossimo anno. Poi ovviamente i contratti si possono rompere, sia da una parte, sia dall’altra. Niente di tutto questo mi deconcentra dall’obiettivo Lecce, non voglio nemmeno sentir parlare del Viareggio, dobbiamo fare un passo alla volta: prima i giallorossi, poi il Viareggio ed infine, se ci arriviamo, gli spareggi promozione”.

Gli avversari: “Ho visto il Lecce in Dvd, contro il Grosseto e contro il Frosinone, è una squadra forte, con giocatori di categoria superiore. Forse possono aver sofferto l’adattamento alla terza serie nelle prime partite, ma ormai questo problema è superato. Dovremo essere bravi a non fare una partita passiva e di attesa, così faremmo solo il loro gioco. Aggressività e grinta dovranno caratterizzare il nostro atteggiamento, anche perchè avremo davanti una grande cornice di pubblico, che dobbiamo cercare di onorare in tutte le maniere”.

I singoli: “Mi aspetto molto da tutti, poi i singoli, se ci aiuteranno con le loro giocate, sarà ancora meglio. Giovinco sta bene, sia di gambe che di testa, l’ho visto bene, è carico e determinato, ha voglia di giocare. Ha inventiva, un gran tiro e salta l’uomo, posso bene sperare. Inoltre la doppietta con il Prato è stata un toccasana, soprattutto a livello mentale.”.

Per concludere: “Ho parlato dei singoli, ma è fondamentale una grande prestazione collettiva, senza il gruppo, il sacrificio reciproco e l’unità d’intenti, non possiamo andare da nessuna parte”.

Appuntamento domenica ore 15;00 all’Arena contro il Lecce, per blindare i Play Off e passare una bella giornata di calcio tutti insieme. Forza Pisa!

Leonardo Menichini (foto pisanews)
Leonardo Menichini (foto pisanews)
By