Leonardo Perez a Pisanews.net: “A Cittadella mi trovo benissimo, ma mi manca l’affetto della gente di Pisa”

PISALeonardo Perez corona il sogno di calcare il terreno di S. Siro e racconta a Pisanews.net la giornata di domenica, confessando però che sente ancora la mancanza di Pisa e la sua gente e dei suoi ex compagni di squadra.

Ciao Leo, come  ti trovi a Cittadella?

“Mi trovo benissimo, società seria, tranquilla. Una squadra importante”.

Domenica hai giocato a S. Siro contro l’Inter. Che effetto ti ha fatto passare dal sottopassaggio della “Scala del Calcio”?

“Una bella emozione, una cosa indescrivibile, quando entri li dentro e affronti campioni che fino a ieri hai visto in tv”.

Hai avuto l’occasione di poter segnare e se Di Roberto fosse stato più altruista…

“In effetti, se me la passava avrei potuto segnare, ma comunque ha fatto una bella azione”.

Ti abbiamo visto con la maglia numero 21. Perché hai scelto quel numero?

“Perché era quello che c’era a disposizione quando sono arrivato. Essendo arrivato per ultimo mi sono dovuto accontentare. A Bari avevo il 24, che era il numero della mia prima convocazione con la scritta del mio cognome, ma era già stato preso. Ma il numero alla fine non ha importanza”.

Che cosa ti manca di Pisa?

“Mi manca il gruppo di vecchi che c’è ancora. Favasuli, Sabato, Mingazzini, Pugliesi più gente che non c’è più come Gatto e Suagher, ma soprattutto mi manca l’affetto della gente”.

Che te ne pare di questo Pisa che sta nascendo?

“Direi, che è stata fatta una bella squadra, manca qualche elemento in difesa, ma ci sono buone aspettative. Speriamo di fare meglio dello scorso anno”.

Un messaggio ai tifosi e ai tuoi ex compagni di squadra…

“Mi mancate, ma il calcio e’ fatto anche di nuove esperienze. Il mio augurio e’ di poter incontrare il Pisa in serie B da avversario o ritornando ad indossare la gloriosa maglia nerazzurra”.

SOTTO LEONARDO PEREZ (foto pisanews.net)

20130819-201011.jpg

By