“L’equilibrio della lucertola”. Presentato a Pisa il libro del musicista Giovanni Allevi

Pisa  – S’intitola “L’equilibrio della lucertola” il libro del musicista Giovanni Allevi, presentato alle Officine Garibaldi a Pisa. Moderato dalla giornalista di “Evolution Tv”, Manuela Arrighi, e introdotto dall’avvocato Alfredo Bassioni, l’evento ha visto la presenza di numerose persone affascinate dall’estrosità dell’artista e dalla sua capacità di esprimersi in maniera scherzosa e semplice. 

“Tutto è nato quando avevo 5 anni: mi proibirono di usare il pianoforte e  fino a 10 anni ho suonato di nascosto. L’amore per la musica è nato così”.

Un libro mosso dalla passione, la stessa che Allevi sente per la sua musa ispiratrice: “La musica è una realtà verso cui non si arriva fisicamente a toccarla, ma si sente l’ebrezza di toccarla. Non mi ha mai abbandonato.”

Inchiostro su carta, stavolta non per note ma per parole. Un libro in cui l’autore- artista affronta il tema del coraggio: “Cercavo di rimanere in equilibrio su un piede solo: cosa soddisfacente, anche perchè per raggiungere l’equilibrio ci vuole coraggio” ha dichiarato durante la presentazione.

“Ho capito che il coraggio è uscire dalla comunità e fare un salto verso l’ignoto: magari la vita è fondata su questo proprio. La scrittura è la musica, se io penso ad un passaggio orchestrale questa deve entrare in una partitura e dopo tanto la sento mia,invece, la scrittura ha un riscontro immediato. C’è una difficoltà nel mezzo: credo che per scrivere bisogna avere qualcosa da dire.

Con molta ilarità, Allevi ha trattato anche il tema dei social, il cui utilizzo spesso è esagerato tale da capovolgere  realtà e finzione. Afferma: “La vita non è un confronto fra numeri sui social ma fuori da essi. Allo stesso modo il talent è una forma d’arte, ma gli artisti hanno valore non solo se riscuotono una massa infinita di persone. Ad esempio, Mozart non è diventato tale perché gli hanno detto ‘per te è un si’ “.

Fra risate e spiegazioni, in conclusione, il musicista ha suonato un brano rivisitato sfoggiando la sua arte eccellente del suonare.

By