Lettera di solidarietà nei confronti dei lavoratori della Iscot

PISA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa inviatoci dalla delegazione dei lavoratori dipendenti sulla situazione della Iscot

Quanto accade oggi nel Polo Logistico si è già verificato in molte alte fabbriche con conseguenze solo negative per i lavoratori. Gli interinali della Iscot dal 1° ottobre sono di nuovo in sciopero ad oltranza, da quando è stato impedito a due di loro di tornare in fabbrica.

A casa fino a nuovo ordine e con retribuzione pagata, lo hanno fatto per colpire due tra i piu’ combattivi lavoratori che all’inizio di ottobre hanno conquistato un contratto a tempo indeterminato per tutti e 7 gli interinali. Una situazione paradossale, il cui obiettivo è seminare paura tra tutti gli operai dell’indotto, in primis quelli della Sole dove l’elevato numero di interinali e precari rende questo stabilimento una sorta di laboratorio della precarietà. La solidarietà attiva verso i lavoratori della Iscott è la sola risposta alla tracotanza dei padroni che espellono dal ciclo produttivo lavoratori la cui unica colpa è stata quella di difendere e rivendicare diritti e tutele collettive, una condizione salariale e di vita dignitosa, il rispetto delle normative di sicurezza che sovente vengono aggirate nelle fabbriche

Fonte: delegati e lavoratori indipendenti

By