L’ex capitano del Pisa Ciccio Favasuli parla in esclusiva a Pisanews

PISA – Siamo ormai agli inizi dei vari campionati di Lega Pro e molti giocatori meritevoli, dopo essere ingiustamente rimasti senza squadra, sono riusciti ad ottenere una meritata sistemazione in  piazze di prestigio.

Fra questi c’è anche l’ex Capitano nerazzurro Francesco “Ciccio”Favasuli, rimasto nel cuore della tifoseria pisana sia come giocatore che come persona piena di grandi valori, che sono merce rara nel calcio di oggi. Come non ricordare la soddisfazione che ci dette a Perugia con quel tiro da fuori area che ci porto in finale con il Latina? Finalmente dopo esser rimasto ingiustamente senza squadra, nonostante abbia decisamente contribuito alla promozione della Salernitana, ma nel calcio, ahimè, la riconoscenza è cosa rara. Adesso è’ approdato in una società prestigiosa come la Juve Stabia dove ne siamo sicuri sarà un leader.

Ciao “Ciccio” e ben ritrovato su Pisanews: dopo un periodo senza squadra, sei approdato alla Juve Stabia, come è stato l’impatto con la tua nuova piazza?

“Un impatto molto positivo. Mi ha colpito tantissimo l’ambiente familiare di questa società”

Leggendo le cronache sportive, erano molte le squadre sulle tue tracce, da Arezzo a Paganese, da Pordenone a Catanzaro ed infine la Juve Stabia: cosa ti ha convinto ad accettare la società di Castellammare?

“Se ho firmato con la Juve Stabia, significa che è la società che più di tutte ha creduto in me; ad ogni modo, ringrazio anche le altre squadre che si sono interessate a me”.

Sabato quando sei arrivato con la tua nuova maglia hai incontrato molti tuoi ex compagni, tra cui Obodo e Nicastro…

“Sono contento di averli ritrovati”.

Facciamo un passo indietro, parlando del campionato vinto con la Salernitana, dove sei stato un giocatore determinante, ma alla fine non c’è stata la meritata riconferma. Che spiegazione ti sei dato?

“Ringrazio Dio per aver vissuto un anno bellissimo dal punto di vista calcistico e umano. Per quanto riguarda la mancata riconferma, non mi sono dato una risposta e adesso guardo avanti concentrandomi sulla mia nuova avventura in gialloblù”.

In questa estate poi si è parlato molto di un tuo possibile ritorno a Pisa poi alla fine ciò non è avvenuto. Ci puoi dire come sono andate veramente le cose?

“Col Pisa c’è’ stato solo un contatto, poi nessuno si è fatto più sentire”.

Sul Pisa attuale hai avuto modo di informarti sia sule ultime vicende societarie che sulla squadra?

“C’è stato il cambio societario e ho visto che è stata allestita un’ottima squadra, spero facciano bene”.

Pisa guidato da Mister Gattuso, campione del mondo nel 2006, ora nelle vesti di allenatore, che giudizio dai in merito?

“Non conosco l’allenatore ma sicuramente la sua carriera parla per lui, credo si tratti di un grande acquisto per il Pisa”.

Cosa ti aspetti da questo campionato per te e per la Juve Stabia?

“Ci aspettiamo di fare bene. Sulla carta non siamo i più forti ma, con il cuore, vogliamo puntare a obiettivi importanti, anche se non ci poniamo un traguardo preciso”.

Stai pensando a cosa farai da “grande”: vorresti restare nel calcio od intraprendere altre attività?

“Non vorrei restare nel mondo del calcio. Vorrei giocare altri 2-3 anni e poi si vedrà”

By