L’ex Gianluca Sampietro: “Peccato quella semifinale persa a Frosinone, però domenica ci tengo a vincere anche per riscattare la sconfitta subita all’andata”

PISA – Il Pisa domenica al “Del Conero” si ritrovera di fronte un ex giocatore del passato molto recente, Gianluca Sampietro, genovese doc,essendo nato nella città della Lanterna il 15 marzo 1993, di ruolo centrocampista alto 175 cm per 70 kg..

image

Il centrocampista di scuola Sampdoria, giunse a Pisa lo scorso campionato 2013/14, proveniente dal Portogruaro e sotto la Torre collezionò 29 presenze con 1 gol segnato nel team che perse la semifinale playoff a Frosinone. In questo campionato è all’Ancona dove ha già disputato 27 gare.

Ciao Gianluca ben ritrovato su Pisanews cominciamo dal campionato dell’Ancona sei soddisfatto di come sta andando?

“Direi di si, sono soddisfatto anche perchè il nostro obiettivo iniziale era la salvezza, mentre adesso ci ritroviamo nell’alta classifica e vogliamo arrivare ancora più in alto. Ci aspettano tre gare importanti, non facili da affrontare ma noi ce la metteremo tutta”.

E domenica la prima delle tre gare di cui parlavi sarà al “Del Conero” contro il Pisa, tua ex squadra. Con che spirito scenderete in campo te ed i tuoi compagni?

“Ci teniamo a far bene, anche perchè una vittoria ci permetterebbe di superare in classifica il Pisa, poi anche dal punto di vista personale ci tengo a fare bene perché lì a Pisa ho giocato lo scorso anno. Senza dubbio mi farà piacere incontrare i vecchi compagni, tipo Paolo Rozzio, Eros Pellegrini, Aiman Nàpoli e Rachid Arma. Inoltre rivedrò con piacere tutto lo staff tecnico e il team manager Riccardo Silvestri. Certo penso ancora a quella semifinale persa a Frosinone però domenica ci tengo a vincere anche per riscattare la sconfitta subita dall’Ancona nella gara di andata all’Arena”.

A proposito di ex compagni, che non sono più nel Pisa sei rimasto in contatto con qualcuno?

“Si, con Bruno Martella e con Ivan Provedel ed anche con loro mi capita ogni tanto di ricordare quella finale persa in terra ciociara ma ormai bisogna guardare avanti”.

Il Pisa viene ad Ancona, rinfrancato dalla vittoria interna contro la Pistoiese secondo te può ancora agganciare la zona playoff?

“Finchè la matematica non esprime la sua parola di condanna è giusto sperare anche se è un po’difficile ma nel calcio mai dire mai”.

Con quale modulo pensate di scendere in campo nella gara contro i nerazzurri di Mister Amoroso?

“Guarda Maurizio non abbiamo un modulo fisso ma al di là del modulo la forza di questo Ancona sta nel gruppo che è unito compatto e col quale siamo sempre riusciti a superare tutte le difficoltà che ci si presentavano davanti”.

Venite da una bella vittoria in quel di Lucca: che gara è stata?

“A Lucca abbiamo disputato una buona partita contro una buona Lucchese che ha fatto un bellissimo girone di ritorno.cNoi abbiamo vinto la gara del “Porta Elisa” schierando molti giovani e questo è stato per noi un motivo di orgoglio e di grande soddisfazione”.

Concludendo Gianluca stai pensando al tuo futuro in chiave calcistica?

“No, ancora no vedremo più in qua in accordo con la Sampdoria società alla quale appartengo. Certo spero sempre di salire in alto, magari in serie B, anche se non sarebbe assolutamente un problema restare ad Ancona dove mi trovo molto bene”.

By