L’ex di turno. Amedeo Benedetti: “Mi trovo bene a Cittadella si lavora senza pressioni, ma la tifoseria nerazzurra mi manca tanto”

PISA – Il nostro portale ha contattato telefonicamente con grande piacere, Amedeo Benedetti uno dei tanti ex che il Pisa si ritroverà di fronte nella sfida di sabato prossimo contro il Cittadella.

di Maurizio Ficeli

Benedetti non ha certo bisogno di presentazioni, visto che il difensore, di origine trentina, nato a Rovereto il 25 ottobre 1991, ha lasciato un buon ricordo nei tifosi pisani quando ha vestito la casacca nerazzurra dal 2011 al 2013, collezionando 51 presenze e segnando 2 reti. Ed a Pisa ha trovato anche l’anima gemella, Martina Pasqualetti, pisana doc e grande tifosa nerazzurra, che lo renderà presto padre di una bambina.

D . Salve, Amedeo, ben ritrovato sul nostro portale: cominciamo dalla tua esperienza nel Cittadella, come ti stai trovando?

R. “A Cittadella mi trovo molto bene, è sicuramente un ambiente diverso da quello di Pisa, più tranquillo dove si lavora senza pressioni, e ciò ti permette di dare il meglio di te, anche se, la tifoseria di Pisa mi manca tanto”.

D. E sabato prossimo avrai di fronte la squadra con cui hai giocato per due anni, che cosa proverai?

R. “Sicuramente sarà una emozione forte, perchè a Pisa mi sono trovato bene e questa città mi rimarrà nel cuore per sempre, poi a Pisa ho trovato l’anima gemella, Martina Pasqualetti, tra l’altro grande tifosa del Pisa e stiamo aspettando la nascita di una bambina, che vedrà la luce proprio qui a Cittadella”.

D. Nel Cittadella ci sono altri ex nerazzurri, Alfonso, Strizzolo, Iori ed Arrighini: vi è capitato di parlare del Pisa e di questa situazione societaria?

R. “Sì, certamente, ne parliamo fra tutti noi ex nerazzurri, ma soprattutto con Arrighini, il quale essendo pisano tiene alla squadra della sua città. Speriamo che la vicenda societaria si risolva per il meglio ed in breve tempo, perché una piazza come Pisa merita una società importante e una società seria”.

D. Invece che giudizio dai sulla squadra allenata da Mister Gattuso?

R. “Ho visto diversi spezzoni in tv riguardanti i nerazzurri e ho potuto constatare che è una squadra molto compatta, che segna poco ma concede altrettanto poco. Per noi sarà sicuramente una gara molto difficile da affrontare. Ci sono giocatori molto validi, non lo scopro certo io,personalmente conosco solo Dario Polverini, valido giocatore e bravo ragazzo, con il quale ho giocato nella Pro Patria”.

D. Con quale spirito affronterete questa gara contro i nerazzurri pisani?

R. “Veniamo da tre sconfitte consecutive e vogliamo rialzarci subito e tornare a fare punti, perchè abbiamo bisogno di vincere per rimanere agganciati al treno delle prime”.

D. Per concludere, Amedeo, quali prospettive hai per il futuro?

R. “A Cittadella mi trovo benissimo e vorrei rimanere qua a lungo, con la prospettiva, magari un giorno, di ritornare a giocare nel Pisa, perchè mi son trovato bene in quella piazza così importante, dove tutti vorrebbero venire a giocare”.

By