Lisi e De Vitis arrivano a quota 100 prersenze. “Voglio essere il tuo vice”

PISAAlessandro De Vitis e Francesco Lisi hanno ricevuto dal Pisa Sporting Club e dalla Associazione Cento la targa celebrativa per il raggiungimento delle 100 presenze in nerazzurro.

di Antonio Tognoli

Per l’occasione le maglie da loro indossate rispettivamente contro Cremonese ed Empoli, ovvero nel giorno del raggiungimento di questo prestigioso traguardo sono state donate all’Associazione Cento per poter essere poi esposte nel futuro Museo Nerazzurro.

Sul canale ufficiale nerazzurro Alessandro De Vitis e Francesco Lisi parlano a ruota libera: “Vorrei rimanere nel calcio e fare il vice di Alessandro”, ha detto Lisi, che nella sua storia ricorda di non aver mai ricevuto un espulsione.

Grande schietezza invece per De Vitis legato al nerazzurro anche come colori di appartenenza, perchè tifoso interista: “Al momento sto pensando solo al Pisa. Ho ancora un contrato e voglio fare bene qua e portare il Pisa il più in alto possibile“.

Mister Luca D’Angelo lo paragonò a Lothar Mattheus e Mattias Sammer: “Lo ringrazio – dice De Vitis – ma il paragone è veramente esagerato. Si sta parlando di giocatori molto forti che hanno fatto la storia del calcio. Preferisco però come caratteristiche Mattheus a Sanmer”.

Alessandro De Vitis e Francesco Lisi, vanno a far compagnia a Gaetano Masucci, Samuele Birtindelli e Robert Gucher nei giocatori che hanno toccato quota cento presenze e naturalmente a mister Luca D’Angelo, ormai a sole 29 panchine da mister Francesco D’Arrigo primatista assoluto con 129 panchine dal 1998 al 2001

By