Litorale pisano, issate oltre settanta bandiere blu

MARINA DI PISA – La prima Bandiera Blu del 2014 è stata issata questa mattina sul pennone del Bagno Vittoria a Marina dagli alunni e le alunne dell’Istituto Comprensivo Nicolò Pisano.

E’ stata poi la volta dei tre pennoni più alti di Marina, Tirrenia e Calambrone. Ogni bagno del litorale, circa 70, inoltre ,dovrà esporre la Bandiera Blu, insieme al regolamento per ottenerla e al risultato delle analisi delle acque, eseguite periodicamente da ARPAT. Alla cerimonia sono intervenuti il Sindaco Filippeschi, il vicesindaco Ghezzi, i rappresentanti del CTP1, degli stabilimenti balneari, delle associazioni di categoria, della Capitaneria di Porto.

“Questa Bandiera – ha affermato il Sindaco- che certifica la qualità del nostro mare, dei servizi che offriamo, la capacità d’accoglienza e più in generale la qualità ambientale in tutto il tratto pisano di costa è per noi motivo di orgoglio. In tempi non facili gli sforzi dei privati e delle istituzioni sono serviti. La Bandiera Blu è la conferma che stiamo lavorando sulla strada giusta, è un incoraggiamento ad andare avanti, a lavorare per realizzare a pieno la qualità urbana del litorale”.

“Soddisfatto anche il vicesindaco Paolo Ghezzi, che coordina le iniziative della giunta per il litorale «Un risultato che viene da lontano e per nulla scontato, essere qui dieci anni dopo la prima Bandiera Blu alla sola Tirrenia è motivo di grande soddisfazione Anche quest’anno infatti ben 10 località italiane hanno perso il riconoscimento ottenuto in precedenza e questo e’ sicuramente un elemento che deve spingerci a lavorare sugli elementi fondamentali che richiede la Bandiera Blu a partire dalla tutela della qualità delle acque”.

Il lavoro che ha portato a questo risultato è molto e va dall’adozione degli strumenti urbanistici che hanno consentito il recupero di larghe aree urbane, al piano di conservazione e ripiantumazione della pineta e del bosco, alla riqualificazione degli spazi pubblici, alle iniziative tese a favorire il turismo. Solo pochi giorni fa abbiamo presentato il cartellone di Marenia con un programma ricco di eventi, circa 200, per l’estate sul nostro litorale, sono stati già installati i bagni chimici a ridosso delle spiagge di ghiaia, il 14 giugno inizierà la pulizia sistematica delle spiagge libere, il 15 giugno il servizio di vigilanza in acqua. Dietro ad ognuno di questi interventi c’è cooperazione e sinergia. “Cerchiamo, dunque, – conclude Ghezzi – di fare tesoro di questo riconoscimento e lavorare insieme partendo dai punti di forza per aggredire quelle debolezze che ancora ci caratterizzano”.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale è indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.

20140603-230624.jpg

By