Litorale:ecco le richieste della Confcommercio

PISA- Il tavolo permanente per lo sviluppo e il rilancio del litorale,formato dagli operatori turistici e commerciali di Tirrenia e Marina di Pisa, ha elencato le problematiche,suddividendole in  argomenti,della zona costiera pisana,suggerendo delle soluzioni all ‘amministrazione comunale per il rilancio dell’area.immagine tratta da repubblicadipisa.blogspot.com

 

 

La prima tematica è la viabilità dove si sottolinea il problema delle file interminabili nei giorni di massimo affollamento sia per chi proviene da Livorno che da Pisa.Per quanto riguarda il traffico si propone un migliore funzionamento dei mezzi di trasporto  tra litorale, centro e aeroporto.Inoltre si pone la questione della regolamentazione dell’apertura del ponte Stagno/Calambrone che avviene senza orari prestabiliti penalizzando il traffico da e per Livorno.La creazione di parcheggi scambiatori,compreso di un servizio navetta  costantemente attivo nel collegamento tra Pisa e Calambrone,renderebbero più scorrevole il flusso turistico.Completamente da ripensare infine la pista ciclabile,pericolosa e poco utilizzata, che ha tolto,secondo gli operatori,spazio alla carreggiata e ai parcheggi.Altra questione da affrontare riguarda l’incuria e il degrado,testimoniati dalla mancata riqualificazione delle aree verdi e delle piazze di Marina di Pisa,dalla totale carenza di bagni pubblici e dalla scarsa illuminazione in alcune zone.Si richiama anche ad una maggiore e più continua pulizia sia sulle spiagge di ghiaia e sabbia,sia sui viali ma anche del sottobosco.Un problema ulteriore è rappresentato dalla mancata creazione e necessaria razionalizzazione dei parcheggi nel tratto dal bagno “Marco Polo” al bagno “Lido”.A questo proposito si suggerisce lo sgombero del campo-nomadi situato sulla via “Bigattiera” che potrebbe venire utilizzato come area di sosta per camper.Gravi mancanze denunciate dalle associazioni di categoria risultano l’assenza di un distributore a Marina e di segnaletica in lingua straniera.Si richiede inoltre l’installazione di uno sportello  informativo e di orientamento per i turisti e un adeguata connessione Wi-FI sul viale “D’Annunzio”.Altre piaga affrontata è il diffuso abusivismo commerciale,che invade spiagge, piazze o strade principali  e contro cui si richiede una presenza più massiccia e costante delle forze dell’ordine.L’ultimo intervento riguarda la tassa di soggiorno; dove si manifesta la speranza che gran parte degli introiti  ottenuti siano impiegati per iniziative e manifestazioni del litorale, che negli ultimi anni hanno visto una programmazione sempre più scadente e di scarso richiamo attrattivo.

Articolo tratto da fonte gonews.it

By