Pisa – Piacenza 2-2. Doppio Pesenti non basta al Pisa, il Piacenza riagguanta i nerazzurri

PISA – Finisce sul 2-2 il terzo impegno in una settimana del Pisa contro il; Piacenza capolista. Doppio vantaggio per i nerazzurri con Pesenti. L’arbitro si inventa un rigore alla fine del primo tempo, poi nella ripresa il Piacenza pareggia con un tiro di Nicco favorito da un errato rilancio del portiere Gori. 

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister D’Angelo deve fare a meno di Birindelli squalificato e schiera Pesenti al fianco di Masucci. Moscagol fra l’altro ex di turno resta in panca. Davanti a Gori ci sono De Vitis e Benedetti con Meroni e Lisi a fare da terzini. A centrocampo spazio a Gucher, Verna e Di Quinzio. Minesso schierato a supporto di Masucci e Pesenti. Il Piacenza scende all’Arena senza paura schierando il tridente formato da Sestu, Ferrari e Terreni. Davanti a Fumagalli ci sono Bertoncini e Pergreffi. A centrocampo Nicco, l’ex Porcari e Della Latta. In Gradinata prima del fischio d’inizio viene esposto uno striscione a difesa dell’aeroporto Galilei: “Difendiamo il Galilei porta della Toscana“.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, con bordatura gialla, Piacenza in maglia bianca e pantaloncini rossi. Il Pisa va subito vicino al gol. Minesso pesca in verticale Masucci che aggancia con il destro dai sedici metri e lascia partire un destro che si infrange sul palo. Sulla respinta il cross di Verna pesca l’ex Pesenti, ma il suo colpo di tacco termina fuori. Dopo sessanta secondi subito la squadra di mister D’Angelo pericolosa. I nerazzurri sembrano in palla e al minuto 6 ci prova Gucher che intercetta ai 20 metri e lascia partire un destro bloccato da Fumagalli. E’ un buon Pisa. come dimostrato dalle ultime uscite. Il Piacenza capolista nei primi minuti soffre maledettamente il Pisa che pero non ha la fortuna di sbloccare la situazione. Primo ammonito del match l’ex Pontedera Della Latta, reo di aver commesso un brutto fallo a centrocampo. Il Pisa tiene il pallino del gioco in mano, il Piacenza bada a non prenderle. Al 18′ arriva finalmente il gol. Di Quinzio va via sulla destra mette una splendida palla in mezzo per Pesenti che all’interno dell’area piccola supera Fumagalli con un tocco facile facile: 1-0. Vantaggio meritato per la squadra di Luca D’Angelo. Il Piacenza risponde con un sinistro alto di Della Latta. Ma i nerazzurri vanno vicini al raddoppio al minuto 28: cross rasoterra da sinistra dell’autore del gol Pesenti che pesca Masucci al centro dell’area ma la sua deviazione viene respinta da Fumagalli che con un grande intervento salva i suoi. Il Pisa pero’ continua ad attaccare al cospetto di una capolista in netta difficoltà. Al 34′ i nerazzurri raddoppiano: cross da destra di Gucher, con Pesenti che al centro dell’area trova ancora la deviazione vincente: 2-0. Partita chiuda? Macche’. L’arbitro (forse su segnalazione del guardalinee) al 39′ si inventa un calcio di rigore a favore del Piacenza facendo arrabbiare tutti. Terreni ringrazia e trasforma al 40′ riaprendo il match: 2-1. Le fasi conclusive della prima frazione sono di nervosismo. L’arbitro stenta a tenere in mano un match da lui inasprito.

IL SECONDO TEMPO. Nella ripresa scendono in campo i medesimi schieramenti. Fischi assordanti per l’arbitro. Nel Pisa non c’e mister Luca D’Angelo in panchina espulso dall’arbitro durante l’intervallo. Nei primi minuti si vede poco se non un tiro di Gucher dal limite alto. E’ comunque sempre il Pisa a fare il match. Franzini sostituisce due uomini all’8′: fuori Terrani e Porcari dentro Silva e Corradi. Al 16′ il Piacenza pareggia. Rinvio di Gori dalla propria area di rigore la palla giunge sui piedi di Nicco che tira da 50 metri con la porta sguarnita che pesca il jolly: 2-2. Nel Pisa poco dopo esce Andrea Meroni, sul terreno di gara entra Buschiazzo. La gara e’ molto spezzettata. Taddei inserisce Moscardelli e Marin per Masucci e Verna all’alba della mezzo’ora. Le due squadre pero’ sono stanche. Il Pisa cerca di riportare il match dalla propria parte. Zammarini appena entrata fa da sponda di testa per Pesenti anticipato con un fallo in area di rigore. Al 39′ Zammarini prova il tiro cross con la palla che viene deviata in calcio d’angolo. Il Pisa negli ultimi minuti cerca l’assalto alla porta piacentina, quasi alla disperata rischiando anche qualcosa al 42′ quando Buschiazzo e’ costretto ad una scivolata su traversone di Sylla per evitare il peggio nella sua area di rigore. Sono quattro i minuti di recupero. Corradi dal limite spaventa Gori al primo minuto dell’over time, che devia in angolo.

PISA – PIACENZA 2-2

PISA (4-3-1-2):  Gori; Meroni (63′ Buschiazzo), Benedetti, De Vitis, Lisi; Di Quinzio, Verna (73′ Marin), Gucher; Minesso (67′ Zammarini); Masucci (73′ Moscardelli), Pesenti. A disp. D’Egidio, Cardelli, Brignani, Masi, Izzillo, Gamarra. All. Luca D’Angelo.

PIACENZA (4-3-3): Fumagalli; Di Molfetta, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco; Nicco (90′ Marotta); Porcari (52′ Corradi), Della Latta; Sestu, Ferrari (78′ Sylla), Terrani (52′ Silva). A disp. Verderio, Calore, Cauz, Bachini, Spinozzi. All. Arnaldo Franzini

ARBITRO: Simone Sozza della sezione di Seregno (Ass. Avalos – Catamo)

RETI: pt 18′ e 34′ Pesenti, 40′ Terrani (r); st 16′ Nicco

NOTE: serata di pioggia, terreno in buone condizioni. Ammoniti Della Latta, Gucher. Espulso mister Luca D’Angelo durante l’intervallo. Angoli (pt 2-2) 4-5. Rec. 1′, 4′. Spettatori 5.111 per un incasso di 42.508 euro.

Foto Salvatore Ciotta

By