Livorno – Pisa 2-0 Doumbia e Vantaggiato con un gol per tempo domano il Pisa. Nerazzurri sfortunati nei momenti chiave della gara

LIVORNO – Il Livorno si aggiudica il derby contro il Pisa (2-0). Un gol per tempo per gli amaranto che portano la firma di Doumbia dopo 11′ e Vantaggiato al 73′. Ma non è stato un Pisa deludente. I nerazzurri hanno creato ben più degli amaranto che hanno avuto una buona dose di buona sorte oltre alla concretezza dimostrata sotto porta. Adesso i punti di vantaggio degli amaranto tornano cinque sui colori nerazzurri.

di Antonio Tognoli 

Il tifo organizzato è arrivato in treno ed è stato trasportato con i pullman di linea allo stadio senza nessuno scontro. Dentro lo stadio tifo e sfottò ma tutto è rimasto nella sana e corretta rivalità senza nessuno scontro

PRE GARA. Passando alle faccende di campo Mister Mario Petrone deve rinunciare a Mannini infortunato, ma recupera Sabotic e riconferma la formazione che ha battuto la Pro Piacenza al fotofinish. Davanti a Voltolini spazio a Sabotic e Lisuzzo con Birindelli e Filippini che fanno gli esterni bassi  A centrocampo spazio a Gucher e Maltese con Lisi e Di Quinzio e fungere da esterni. In attacco la coppia formata da Negro ed Eusepi. Livorno pieno di assenze. Oltre a Franco e Murilo squalificato mister Sottil richiamato al capezzale della squadra dopo la sconfitta di Olbia deve rinunciare anche a Gasbarro che si è operato al ginocchio e a Luci che va solo in panchina. L’ex giocatore dell’Udinese schiera un 4-3-3. Davanti a Mazzoni ci sono Perico e Gonnelli con Pedrelli e Bresciani a fare gli esterni bassi. Centrocampo a tre con Bruno, Giandonato e Valiani. In attacco Vantaggiato è la punta centrale con Doumbia e Maiorino ai suoi lati.

IL PRIMO TEMPO. Parte forte il Pisa che conquista subito un calcio d’angolo. La formazione di Mario Petrone però alla prima vera occasione amaranto va sotto. Ripartenza con lancio profondo per Doumbia che si presenta solo davanti a Voltolini e lo trafigge: 1-0. Popolo amaranto in festa, Pisa nell’occasione un po’ disattento e scoperto. La squadra di Petrone subisce il contraccolpo psicologico del gol e rischia ancora ma questa volta Voltolini blocca a terra il sinistro di Vantaggiato. Nerazzurri che però rispondono subito con un sinistro dal limite di Maltese palla alta e un paio di affondi di Lisi che non riesce a trovare Eusepi e Negro in posizione adeguata in  mezzo all’area. I nerazzurri comunque tengono bene il campo e crescono di minuto in minuto. Negro di testa impegna a terra Mazzoni intorno al 20′. Ma è Re Eusepi a far venire i brividi al “Picchi”: il suo colpo di testa in tuffo su traversone da sinistra di Di Quinzio termina di un soffio a lato. Pisa vicinissimo al pareggio e continua a fare incetta di corner. Valiani dal limite impegna a terra Voltolini, il Pisa risponde con un colpo di testa di Negro su traversone di Lisi da destra. Mister Petrone incita i suoi, la gara è molto spezzettato, Doumbia tenta un elevazione improbabile al 40′, ma Voltolini blocca agevolmente a terra. La prima frazione si chiude con il Pisa in avanti e senza recupero. Il Pisa va al riposo in svantaggio risultato alquanto bugiardo per quello che si è visto in campo. Nell’intervallo c’è spazio per due striscioni di solidarietà del Tifo pisano verso Livorno riguardo la Moby Prince e la morte recente di due operai al Porto. Chapeau!

IL SECONDO TEMPO. Subito dentro ad inizio ripresa Izzillo per Maltese. Il Pisa prova subito a spingere subito sull’acceleratore. Al 2′ il Livorno sbroglia una situazione intricata: traversone di Filippini con la difesa amaranto che allontana. Gli amaranto protestano poco dopo per un presunto intervento fallisco nell’area pisana. L’arbitro lascia correre. Il predominio territoriale però è nerazzurro. Il Livorno si salva ancora con due super parate di Mazzoni, la prima su Lisi destro deviato in angolo, la seconda su colpo di testa di Eusepi che Mazzoni devia in corner. Incredibile la palla non vuole entrare. Livorno in netta difficoltà ed in calo dal punto di vista fisico. Sottil ricorre al cambio, fuori Bresciani dentro Morelli per dare un po’ più di freschezza. Come spesso succede nel calcio è il Livorno a trovare il raddoppio cross da sinistra che pesca Vantaggiato tutto solo sul secondo palo. Il 10 amaranto deve solo appoggiare in porta: 2-0. Nonostante il doppio svantaggio i nerazzurri non si abbattono e rimangono nella metà campo del Livorno. Girandola di cambi da parte di Sottil e Petrone per dare freschezza agli ultimi minuti del derby. Negli ultimi minuti il Pisa cerca ripetutamente la via della rete ma il Livorno si salva. La porta di Mazzoni sembra stregata. Finisce 2-0 per gli amaranto.

LIVORNO – PISA 2-0

LIVORNO (4-3-3): Mazzoni, Pedrelli, Perico, Gonnelli, Bresciani (66′ Morelli), Bruno, Giandonato (69′ Luci), Valiani, Doumbia (69′ Kabashi) , Vantaggiato, Maiorino (73′ Pirello). A disp. Pulidori, Sambo, Morelli, Manconi, Gemmi, Zhikov, Perez, Montini. All. Andrea Sottil

PISA SC (4-4-2): Voltolini; Birindelli (70′ Setola) , Sabotic, Lisuzzo, Filippini; Lisi (70′ Giannone), Maltese (46′ Izzillo), Gucher, Di Quinzio (74′ Maza); Eusepi, Negro (70′ Masucci). A disp. Reinholds, Petkovic, Cagnano, Ingrosso, De Vitis, Ferrante, Balduini. All. Mario Petrone

ARBITRO: Prontera di Bologna (Marchi Saccenti)

RETI: 11′ Doumbia, 73′ Vantaggiato

NOTE: Giornata soleggiata terreno in buone condizioni. Spettatori 9.454 per un incasso di 127.270. Ammonito Lisuzzo Filippini, Izzillo. Angoli 3-14. Rec pt 0′, st 5′.

Loading Facebook Comments ...
By