L’On Paolo Fontanelli: “Rossi faccia mea culpa”

PISA – “Le ragioni sostenute dai soci pubblici pisani sono serie e fondate e probabilmente di fronte alla chiusura della Regione porteranno a ricorsi e a situazioni di contenzioso che sicuramente non fanno bene alle istituzioni”. Lo afferma sul suo blog il deputato pisano Paolo Fontanelli, commentando le ultime decisioni della Regione Toscana circa la vendita della sua partecipazione azionaria in Sat, la societa’ che gestisce l’aeroporto di Pisa.

“Troppe sono le domande – spiega Fontanelli – che non hanno trovato risposta in relazione alla giravolta attuata dal presidente Rossi e dalla Giunta regionale. Rossi in questi giorni ha dichiarato che siamo di fronte a un’opportunità, quella della privatizzazione, che consente di fare quello che non siamo riusciti a fare negli a anni passati e che lui propone la società unica da 4 anni. Ma allora, per essere credibile, deve fare il ‘mea culpa’ proprio lui. Non può scaricare la responsabilità su altri. E dovrebbe spiegare perchè la Regione, socio di maggioranza relativa nella Sat, ha affidato uno studio a Kpmg, costato piu’ di 300 mila euro, proprio con l’obiettivo di gettare le basi per dar vita all’integrazione fra i due aeroporti, e ora lo buttiamo nel cestino senza nemmeno valutarlo. E soprattutto perchè Rossi si è convinto che la via è quella della privatizzazione, non l’ha proposta con chiarezza alla discussione degli altri soci del patto e si è mosso con atti unilaterali?”. Infine, secondo Fontanelli, “da ciò che si può ricavare dai comportamenti” Rossi ha fatto «un’intesa con l’acquirente privato, con il Comune di Firenze e con Enac, che modifica sostanzialmente quanto era stato oggetto finora della programmazione regionale in tema di sistema aeroportuale: una forzatura assai poco comprensibile, almeno a guardarla dal lato politico e istituzionale”.

Fonte: ANSA

20140527-192124.jpg

By