Lotta ai parcheggiatori abusivi tra nuove installazioni e le lamentele dei cittadini. Ecco come fare

PISA – Prosegue la lotta ai parcheggiatori abusivi voluta dal Comune di Pisa e da Pisamo. In questi giorni nei parcometri sono state fatte e saranno fatte nuove installazioni, ma non convincono appieno, poiché gli abusivi hanno trovato un nuovo sistema per farla franca. Sulla bacheca Facebook del Sindaco Filippeschi botta e risposta con i cittadini.

IL NUOVO SISTEMA – Le nuove installazioni prevedono che l’utente, obbligatoriamente, pena la non emissione del tagliando, debba digitare i 3 numeri della targa dell’automezzo in sosta. Nei primi giorni ci sarà anche il personale addetto ai lavori che aiuterà gli automobilisti, e naturalmente sarà presente anche l’idonea segnaletica informativa. Ecco, nel dettaglio, le indicazioni su come parcheggiare correttamente con il nuovo sistema e l’esatta ubicazione delle installazioni, direttamente da una nota del Comune di Pisa:

Elenco dei parcheggi:

– Loc. Ospedale di Cisanello (prioritaria) con 9 parcometri a tariffa euro 0,50 per la 1^ ora, euro 0,50 per la 2^ ora, euro 3,00 per 6 ore, euro 5,00 per intera giornata;
– Piazza Carrara con 2 parcometri a tariffa euro 2,00/h;
– Piazza S. Caterina e via S. Caterina con 2 parcometri a tariffa euro 2,00/h;
– Via Diotisalvi, primo tratto, e via Traini con 3 parcometri a tariffa euro 1,75/h;
– Via Diotisalvi, secondo tratto, e via Cimabue con 2 parcometri a tariffa 0,60/h;
– Via A. Pisano e via Giunta Pisano con 4 parcometri a tariffa euro 1,75/h;
– Via C. Maffi con 2 parcometri a tariffa euro 1,75/h;
– Piazza S. Antonio e via Crispi con 3 parcometri a tariffa euro 2,00/h;
– Via Bixio con 3 parcometri a tariffa 0,60/h;

Come fare
In queste aree per parcheggiare sarà obbligatorio (altrimenti il parcometro non emetterà il tagliando) digitare i 3 numeri della targa dell’automezzo in sosta.
Ad esempio nel caso di targa AA123XX dovranno essere digitati in sequenza i numeri 123 (il numero citato sarà stampato sul tagliando e lo renderà univoco, senza la possibilità di essere riciclato).
Naturalmente sarà installata idonea segnaletica informativa (multilingue) su ogni parcometro. Comunque nei primi giorni di attività specifico personale sarà in servizio sul posto per aiutare l’utenza nel corretto pagamento.

BOTTA E RISPOSTA TRA CITTADINI E FILIPPESCHIGiusy è la prima a lamentarsi e a svelare come gli abusivi stiano cercando di aggirare il nuovo sistema: “Ieri ho piacevolmente constatato che i nuovi parchimetri dove la targa è obbligatoria sono già in funzione, ma ieri, ed anche stamattina, sono stata preceduta al parchimetro da un abusivo che si è piazzato accanto a me mentre cercavo di pagare, ed ha infilato i suoi 50 centesimi, e poi pretendeva che gli dessi un euro. Ha insistito molto, cercava di mettermi il suo tagliando in mano e mi ha seguito fino alla macchina. Fortunatamente un signore che stava parcheggiando è intervenuto. ” Prosegue la donna, ormai esasperata: “Sono molto stanca della situazione, e come me credo molti altri. I nuovi parchimetri sono una buona idea, ma forse serve anche un altro tipo di intervento.” Le fa eco Sandra: “Come volevasi dimostrare, i nuovi parchimetri non servono a nulla contro la prepotenza…”. A questo punto interviene direttamente Filippeschi, che promette: “Segnalo la sua denuncia al Prefetto e al Questore. Credo che si debba far rispettare la legge. Il Comune il suo sforzo lo sta facendo, e il provvedimento è comunque utile. Servono azioni esemplari contro i prepotenti e sono sicuro che verranno”

You may also like

By