Lotta alla criminalità, arrestati cinque spacciatori

PISA – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pisa e quelli della Stazione di Pisa, nell’ambito di un’articolata attività anticrimine per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti in città, nei giorni scorsi hanno tratto in arresto 5 persone e deferito in stato di libertà altre 3.

In particolare, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia, al Comando del Tenente Andrea Barbieri neo giunto a Pisa, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di spaccio di stupefacenti 4 tunisini: il primo in Pisa, viale delle Piagge, T. J., classe 82, è stato tratto in arresto per aver venduto una dose di eroina al costo di 15 euro ad un tossicodipendente pisano; un altro tunisino, T. K., classe 88, è stato arrestato in circostanze analoghe (eroina al costo di 25 euro ad un tossicodipendente lucchese) nei pressi di Piazza Stazione;il terzoT.W., classe 94, per aver ceduto anch’egli una dose di eroina nei pressi di Piazza delle Vettovaglie. Infine, sempre nei pressi della stazione le manette sono scattate anche per B. M., classe 92, anch’egli pedinato e sorpreso nello scendere da un’autovettura di un italiano, dopo avergli ceduto dello stupefacente del tipo eroina. Una quinto tunisino, invece, è stato arrestato da due Carabinieri della Stazione di Pisa, i quali, liberi dal servizio, mentre stavano passeggiando per Borgo Stretto, si sono insospettiti dallo strano comportamento di un extracomunitario che, subito raggiunto e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 4 dosi di eroina.

Nell’ambito dei medesimi controlli sono stati deferiti in stato di libertà 2 nordafricani nelle zone di Cisanello e San Giuliano, mentre un terzo, tunisino – T. N., classe 82-,è stato denunciato per guida senza patente, non avendola mai conseguita. Tutti gli assuntori italiani, fermati ed identificati, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti: per loro scatteranno sanzioni amministrative quali il ritiro della patente e in un caso, del ritiro porto d’armi per uso sportivo. Sono proprio le località comprese nel “quadrilatero” tra via di Porta a Mare, via Romiti, stazione ferroviaria e Piazza delle Vettovaglie, a confermarsi come le principali “piazze” di spaccio della città e pertanto maggiormente attenzionate dai Carabinieri, che anche aiutati dalle diverse segnalazioni degli abitanti della zona, proseguono nell’azione di contrasto allo spaccio, sia con autovetture con colori di istituto, sia con discrete ma certamente efficaci “auto civetta”.

Fonte: Comunicato Arma Carabinieri Pisa

20130919-222246.jpg

By