Lotta alle zanzare: quasi ultimati i trattamenti antilarvali

PISA – Con l’arrivo della piena stagione primaverile, è iniziata in città la proliferazione delle zanzare, soprattutto della zanzara tigre. Il fenomeno quest’anno si presenta al momento notevolmente più contenuto rispetto agli anni passati, viste le condizioni metereologiche sfavorevoli, che hanno limitato fino ad ora le giornate di sole e di elevate temperature.

È comunque partita già dal mese di aprile, e proseguirà fino a fine maggio, l’attività di controllo sul proliferare della zanzara comune e della Zanzara tigre in tutta la città. L’Ati Executive Clinner, la ditta a cui il Comune ha dato in appalto il servizio di disinfestazione, è impegnata con controlli e interventi di trattamento antilarvale in griglie, caditoie, fossi, canali ed altri potenziali focolai in ambito pubblico, sia presso le scuole, che presso le aree verdi.

Quest’attività ha riguardato nella prima settimana di maggio Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone, i quartieri di San Martino e Sant’Antonio, San Francesco e Santa Maria. Nella seconda settimana di maggio sta interessando il Cep, Barbaricina, Porta a Mare, San Rossore, San Piero-La Vettola, Putignano, Riglione, Oratoio, Coltano, Le Rene Ospedaletto, S.Ermete, San Giusto, San Marco, Porta Fiorentina, La cella. Nella terza settimana del mese i controlli e i trattamenti larvali riguarderanno Cisanello, San Biagio, Porta a Piagge, Don Bosco, Pratale, mentre nella quarta settimana i quartieri interessati saranno Porta a Lucca, i Passi, Gagno e Porta Nuova. Lo stesso schema temporale di interventi è stato seguito ad aprile.

Dagli interventi sono escluse le aree private. È importante tenere presente che, come è risultato da uno studio effettuato di recente, l’80% delle zanzare prolifica nelle proprietà private. Inoltre è stato dimostrato che la zanzara tende ad essere stanziale ed a muoversi all’interno di un raggio di 200 metri di distanza. Per questi motivi sono molto importante, soprattutto nei quartieri verdi, pieni di orti e giardini, e nelle zone verdi del litorale, i comportamenti dei singoli: innanzi tutto ricordarsi di evitare i ristagni di acqua dove le larve di zanzara proliferano; si consiglia poi l’uso di pasticche disinfestanti, reperibili in un qualsiasi negozio di agraria, per tombini e caditoie private; infine, in caso di eccezionali problemi igienico ambientali confermati anche dalle ASL, è possibile richiedere una disinfestazione straordinaria delle aree pubbliche interessate. L’intervento straordinario può essere richiesto andando sul sito web del Comune di Pisa, alla pagina dell’Ufficio Ambiente (http://www.ambiente.comune.pisa.it) appositamente dedicata al Servizio Disinfestazione.

By