L’Ottica Conti battuta in casa 3-0 dal Futsal Pistoia

OTTICA CONTI CUS PISA C5F – FUTSAL PISTOIA 0-3
CUS Pisa: Angileri, Figliucci, Roherer, Baldera, Salerno, Sandroni, Migliorini, De Maria, Sergiampietri, Docampo, Gambino. All. Colombo, dir. Imbraguglio.

Ennesima sconfitta per l’Ottica Conti di mister Colombo che perde in casa 3-0 contro il Futsal Pistoia. Dopo la vittoria esterna contro la Terranuovese sembrava che la squadra potesse aver cambiato rotta, ma contro il Pistoia si è vista una squadra senza carattere che ha mollato al primo ostacolo. Tutta un’altra squadra, tutto un altro approccio rispetto a fine 2014, quando le cussine si sono giocate la finale di coppa Toscana. La classifica non va in questo 2015, con le gialloblu ferme al penultimo posto con una vittoria in 5 partite.

LA GARA – Le due squadre si osservano per larghi tratti, ne esce un primo tempo blando e povero di occasioni per le due squadre, con due tiri da fuori e una conclusione forte, ma centrale. Il primo tempo termina 0-0. Nella ripresa l’inizio è buono per il Cherubino che tira per primo, ma una conclusione del centrale avversario che senza tante pretese finisce in gol causa il black out del CUS che non si riprende. La squadra di Colombo è pericolosa solo con qualche azione personale, ma a 5 minuti dalla fine della partita il Pistoia raddoppia su un errore di chiusura difensiva. La terza rete fa calare il sipario su una prestazione da dimenticare, con un coast to coast del centrale avversario che prende palla dalla propria area fino ad arrivare, non contrastata, a depositare in rete davanti al portiere.

COMMENTO – Deluso mister Colombo alla fine della partita: “E’ difficile spiegare cosa sta succedendo, siamo passati da una finale di coppa Toscana ad un modo di giocare e di approccio alle partite veramente da vergognarsi. Abbiamo seri problemi di formazione perché ci manca il portiere Zavattaro, che è ben sostituito da Angileri, anche se gli manca un po’ di esperienza, e dalla mancanza del pivot titolare Mazzei. Questo non ci deve autorizzare e giustificare per come stiamo giocando e avere il comportamento rinunciatario che sto vedendo in queste partite. Mancano 5 gare e l’obbiettivo unico raggiungibile è il 4° posto per accedere ai play-off, sempre che alla fine non ci siano più di 10 punti dalla prima. Ma dobbiamo provarci. “

By