Luca D’Angelo: “Affronteremo una Reggiana che ha l’entusiasmo della neopromossa, ci vorrà una gara di grande intensità se vogliamo conquistare la vittoria”

PISA – Alla vigilia del match di campionato fra Reggiana e Pisa in programma domani sera ore 21 al Mapei Stadium, mister Luca D’Angelo ha rilasciato la consueta intervista pre-gara ai microfoni del sito della società nerazzurra.

di Maurizio Ficeli


“La sosta del campionato è stata molto breve, non ci siamo praticamente mai fermati” – esordisce così il tecnico pescarese “ma sappiamo che il calendario è molto intenso, siamo in attesa di preparare questa sfida con la Reggiana di domani sera” Su emozioni e sensazioni di questo imminente campionato di B il secondo campionato di B D’Angelo afferma :”Per me le emozioni sono simili perché è sempre bello iniziare un nuovo campionato, lo scorso anno iniziammo con una gara casalinga, fu molto bella ed il risultato fu abbastanza positivo, poi c’era una bella cornice di pubblico, domani il rammarico è quello che giocheremo ancora a porte chiuse”.

Sugli avversari: “Affronteremo una squadra, la Reggiana, che ha vinto il campionato e che è guidata da un bravo allenatore, Alvini, una squadra con ottimi calciatori, hanno dalla loro ovviamente il giusto entusiasmo da per quello che hanno fatto l’anno scorso, perciò da parte nostra ci vorrà una partita di grande intensità, facendo le cose per bene se vogliamo cercare di vincere, consapevoli che sarà una partita dura”.

Sugli assenti: “Meroni ed Alberti sono fermi per problemi fisici”.

Dal punto di visto tattico: “Il 352 o 4312 saranno i moduli di riferimento che abbiamo sempre adottato fino ad ora, anche in questi stagione saranno riproposti più volte”.

Sul mercato: “Sicuramente noi abbiamo un gruppo di giocatori insieme da molto tempo e gli innesti che sono stati fatti sono arrivati abbastanza presto rispetto al termine del mercato, vanno fatti i complimenti a Giovanni Corrado e Roberto Gemmi per essersi mossi con tempismo, portando a casa i calciatori che volevano”. Riguardo ai nuovi arrivati: “Mi sembra che abbiano già una buona condizione, avranno ovviamente bisogno di un po’ tempo per immagazzinare ancora benzina e capire alcune situazioni tattiche, ma sono giocatori bravi che faranno presto ad integrarsi sotto ogni punto di vista”.

Dal punto di vista atletico: “Noi abbiamo fatto un tipo di lavoro per arrivare pronti alla gara di domani sera”.

Sullo stadio chiuso anche domani a Reggio Emilia: “Dire che siamo abituati a questa situazione non è vero, perché è inevitabile che lo sguardo di tutti noi va agli spalti, l’augurio alla squadra, allo staff, allo società ed ai tifosi è quello di vedere l’Arena di nuovo piena. Le porte chiuse penalizzano il Pisa in casa, dove lo stadio è sempre soldout. Inoltre lo penalizza anche un pochino nelle trasferte perché il Pisa si porta dietro un seguito numeroso, quindi l’augurio è quello che si riaprano gli stadi nella supermassima sicurezza”.

Sul torneo cadetto: “Sono salite squadre dalla lega Pro con ambizioni importanti, quindi dovremo stare molto attenti perché sarà un campionato complicato e siccome dobbiamo fare le cose per gradi, prima dobbiamo tenerci stretta la serie B e poi vedremo che succede”.

By