Luca D’Angelo: “Ce la possiamo giocare con chiunque. Crotone squadra attrezzata per la promozione in serie A”

PISA – Alla vigilia della sfida contro il Crotone mister Luca D’Angelo parla davanti a microfoni e taccuini nella sala stampa dell’Arena.

di Giovanni Manenti

SOSTA POSITIVA. “La sosta ci ha fatto bene. I cambi di formazione sono stati condizionati da due blocchi di tre gare in una settimana che ha determinato le scelte”.

NUOVI ARRIVATI. “Per quanto riguarda i nuovi arrivati, è logico che gli stessi si siano dovuti adeguare a metodi di allenamento e tattici diversi, tant’è che solo Aya ha sempre giocato in quanto già conosceva i nostri metodi di allenamento, ma ora anche tutti gli altri si sono oramai allineati a tutti gli altri”.

VARNIER SFORTUNATO. “Peccato per l’infortunio di Varnier è un ragazzo molto sfortunato e si stava inserendo bene”.

DUBBIO LISI. “Fortunatamente ho pienamente recuperato sia Moscardelli che Liotti, mentre Asencio è tornato ad allenarsi da questa settimana e per ciò che riguarda Lisi valuteremo dopo l’ultima rifinitura”.

IL CAMPIONATO. “Il nostro è un campionato che presenta difficoltà ad ogni giornata, non durante la singola partita, ed il fatto che forse l’entusiasmo del ritorno in B abbia inciso nelle prime partite non lo ritengo che sia la nostra unica forza noi abbiamo la possibilità per stare alla pari contro chiuque”.

SULL’INTRODUZIONE DEL VAR. “Per quello che concerne il mio commento dopo Perugia circa la necessità di introdurre il VAR anche in Serie B, ritengo che, se si vanno ad esaminare queste prime sette giornate, il rigore contro il Benevento sarebbe stato da ripetere, tenendo però conto che la rete annullata per fuorigioco alla Juve Stabia era regolare, mentre il rigore non concesso a Perugia su Masucci era a mio avviso clamoroso, quindi ci possiamo considerare leggermente penalizzati in classifica, ma soprattutto l’introduzione della tecnologia servirebbe quantomeno a ridurre gli errori arbitrali”.

L’AVVERSARIO. “Il Crotone è una squadra forte, attrezzata per puntare alla promozione ed allenata da un tecnico di campo, come dico io e non un filosofo, magari un po’ sottovalutato. Per fronteggiare il Crotone dovremo essere bravi a non lasciare campo agli avversari nella nostra metà campo”.

L’ASSETTO. “Per quel che concerne il nostro assetto tattico, la mia idea di avere un Pisa più manovriero a centrocampo ha portato a questa soluzione a Perugia, non nascondendo però che in certe occasioni contro determinate squadre possa essere necessario mandare in campo un centrocampo più aggressivo e di contenimento”.

SU ASENCIO. “Ha sbagliato in maniera innocente, ma va anche considerato che ha 20 anni ed io posso garantire che a quella età nonostante noi non avessimo a disposizione le PlayDtation, io ne ho combinate anche di peggio”.

SUL DERBY CON IL LIVORNO . “La richiesta dei tifosi di vincere il derby mi è stata avanzata sin dal ritiro di Storo”

By