Luca D’Angelo: “Contro il Venezia gara importante ma non decisiva”

PISA – Alla vigilia dell’importante sfida fra Pisa e Venezia e fresco di rinnovo di contratto ha parlato davanti a microfoni e taccuini mister Luca D’Angelo.

di Giovanni Manenti

Prima di parlare della sfida interna contro i lagunari torna sulla firma del contratto: “Eravamo gia d’accordo da tempo circa il prolungamento del contratto e che la firma ufficiale sia avvenuta a tre mesi dalla fine del torneo è una dimostrazione di fiducia da parte della società ed ovviamente la cosa non può che farmi piacere”.

Via all’analisi sulla sfida contro il Venezia: “La gara contro il Venezia è importante ma non decisiva ed all’inizio ho giocato con il 3-5-2, solo che è un modulo piuttosto piatto e successivamente ho mutato assetto tattico anche per le qualità dei singoli. Ciò non ha ridotto nostra produzione offensiva, come dimostrano le quattro reti di Cremona e le occasioni create con Empoli ed Juve Stabia”.

Il mister nerazzurro resta invece della sua idea di gioco : “Credo che sarebbe sbagliato snaturare il nostro gioco, mi preme sottolineare che negli ultimi minuti l’aspetto tattico viene meno, i giocatori sono stanchi e quello che conta di più è l’aspetto mentale ed in questa ottica non credo che noi siamo deboli, come hanno dimostrato le gare in cui abbiamo concluso in inferiorità numerica e portato a casa il risultato, senza dimenticare le qualità dei singoli, nel senso che il rinvio corto di Benedetti sarebbe passato in sottordine qualora Tutino non avesse trovato la grande giocata”.

“Non siamo un grado di gestire il risultato? Occorre pensare che ci sono anche gli avversari. Ad Empoli avrei messo la firma per avere il controllo del gioco per oltre un’ora, solo che non abbiamo concretizzato come avremmo dovuto”.

By