Luca D’Angelo: “Guardiamo avanti e non perdiamo la nostra identità”

PISA – Non c’è tempo per piangersi addosso dopo la sconfitta nel derby per il Pisa. La squadra nerazzurra affronta domani (Arena, ore 21) la Salernitana dell’ex mister nerazzurro Giampiero Ventura. Alla vigilia mister Luca D’Angelo presenta la sfida.

di Giovanni Manenti

SUPERARE LA DELUSIONE. “La delusione della sconfitta nel derby si supera guardando avanti, pur confermando che non avremmo meritato di perdere, condannati dall’unico errore commesso in 90′. Sulla squalifica di Birindelli, ammetto che il giocatore ha commesso una ingenuità cadendo nella trappola che un giocatore esperto come Luci gli ha tirato”.

NON PERDERE L’IDENTITÀ. “Io credo che l’errore più grave sarebbe quello di perdere la nostra identità, sono convinto che le nostre qualità siano quelle di attaccare, possibilmente con più foga e velocità di quanto messo in pratica a Livorno, poiché è più importante recitare al meglio gli schemi che proviamo indipendentemente dagli interpreti, in quanto per me tutti i giocatori della rosa sono di pari livello, ad eccezione dell’unico che per caratteristiche è in grado di risolvere una partita, vale a dire Moscardelli, purtroppo penalizzato dall’età avanzata”.


GIOCARE BENE. “Domani sera dobbiamo cercare di giocare sempre bene, poi il calcio è strano, con il Crotone non abbiamo giocato una grande partita ed abbiamo pareggiato, al contrario di Livorno dove meritavamo almeno di pareggiare ed invece siamo stati sconfitti”.

MOSCA E DE VITIS. “Per quanto riguarda De Vitis ha recuperato, mentre Moscardelli, venendo da un infortunio di lungo periodo, valuteremo se impiegarlo dal primo minuto oppure a partita in corso”.

SUGLI AVVERSARI. “La Salernitana è una squadra con un allenatore che a Pisa ben conoscete che sa dare una fisionomia ben precisa alla propria squadra, mentre per quel che riguarda le reti che abbiamo subito recentemente ritengo che la sfortuna abbia inciso pesantemente, indipendentemente dal modulo assunto”.

CE LA POSSIAMO GIOCARE. “È ovvio che io sia preoccupato per la gara di domani, ma sono altresì convinto che abbiamo tutte le carte in regola per fare nostra la partita, sulla base della forza del nostro gruppo”.

SU IZZILLO. Il fatto che Inzillo non abbia quasi mai giocato è solo una scelta tattica, mi dispiace per lui perché si impegna moltissimo in allenamento e spero prima possibile di dare spazio anche a lui”.

MOLTE OCCASIONI. “Anche sabato abbiamo avuto molti tiri piazzati a disposizione, sulla prima punizione Masucci ha avuto una occasione clamorosa, anche se è indubbio che dobbiamo migliorare, tra cui il tiro da fuori anche se non è che abbiamo molti giocatori in grado di utilizzare questa opportunità”

By