Luca D’Angelo: “La colpa è nostra se le cose non vanno bene ma a livello di impegno ai ragazzi non c’è da rimproverare niente. Con l’Ascoli daremo grande battaglia”

PISA – Al termine della gara del “Paolo Mazza” dove il Pisa esce sconfitto con il punteggio di 4-0 le parole del mister nerazzurro Luca D’Angelo che analizza così il pesante passivo rimediato contro la SPAL.

di Maurizio Ficeli

La colpa è nostra se le cose non vanno bene perché a livello di manovra è vero che abbiamo fatto anche cose discrete però in questo momento siamo molto fragili a livello emotivo, a mio avviso. Anche questo anno abbiamo fatto recuperi importanti, vedi la gara di Reggio Calabria e Vicenza, dove in inferiorità numerica abbiamo portato a casa buoni risultati, oggi questo non è avvenuto anche perché in questo periodo obiettivamente la Spal è in un momento di grazia sotto molti punti di vista perché se noi pensiamo che il primo quarto d’ora nostro abbiamo avuto almeno 2/3 possibilità per fare gol anche se loro non si sono scomposti più di tanto dal lato di una sicurezza che loro hanno e allo stesso tempo , alla prima situazione negativa abbiamo subito i 2 gol, stessa cosa nel secondo tempo, dove abbiamo fatto 10′ nella loro metà campo, alla prima situazione che loro si sono portati in avanti,ci hanno fatto gol. Non dobbiamo pensare però che sia una questione di sfortuna perché non è così a mio avviso, stiamo dimostrando, io per primo che sono l’allenatore, delle lacune che dobbiamo risolvere al più presto. Se ne esce con il lavoro, anche se stiamo lavorando anche adesso, non ho nulla da rimproverare nulla ai ragazzi da questo punto di vista perché tengono tantissimo alla loro squadra ed alla loro carriera perciò questo momento si supera continuando a lavorare e cambiando qualcosa perché stiamo sbagliando qualcosa, dobbiamo calare la nostra mente alla gara di martedì con l’Ascoli. Sulla difesa a tre non è una questione di modulo perché noi possiamo giocare bene in entrambe le maniere, mentre ora non stiamo giocando bene con entrambe le soluzioni. In questo momento c’è da pensare di più all’aspetto emotivo più che a quello tattico“.

Masetti è stato bravo, si è disimpegnato bene con attaccanti di grande valore. Riguardo a De Vitis lo valuteremo, ma in questo momento è importante che vada in campo chi è al massimo della condizione, se starà bene sarà della partita, siamo noi che ci troviamo in questa situazione e dobbiamo cercare di venirne fuori, non possiamo cercare aiuti esterni perché non possiamo avere l’Arena piena che ci darebbe una grossa mano ma allo stesso tempo dobbiamo avere rispetto per la maglia che portiamo, perciò dobbiamo fare quello che stiamo facendo a livello di impegno, possiamo essere accusati di alcune nefandezze che facciamo in campo,anche io in quanto allenatore sono parte in causa , ma a livello di impegno ai ragazzi non si può rimproverare niente e martedì coloro che entreranno in campo e coloro che subentreranno daranno grande battaglia“.

By