Luca D’Angelo: “La squadra sta bene. Sarà una gara di grande intensità”

PISA – Mister Luca D’Angelo presenta la prima gara di campionato contro la Spal di domenica 22 ore 20.30, nella conferenza stampa della vigilia.

di Maurizio Ficeli


Che campionato sarà. “Credo che qualsiasi torneo sia sempre difficile e complicato dove ci saranno tante squadre forti, ma lo saremo anche noi“.

Le favorite. “Le squadre retrocesse dalla serie A saranno sicuramente tra quelle più importanti, ma aggiungerei Lecce, Brescia, Ternana, che ha fatto un buon mercato, poi Cremonese e Monza, quindi, come vedete, sono tante le squadre che possono puntare in alto“.

La posizione del Pisa. “È sempre difficile stilare classifiche virtuali, io credo che noi dobbiamo intraprendere un nostro percorso, poi vedremo cosa succederà“.

La gara con la Spal. “Sarà una bella partita di grande intensità che cercheremo di affrontare nei migliore dei modi,perché loro sono una squadra forte con grande tradizione, quindi ci vorrà una gara di grande determinazione abbinando il tutto alla tecnica“.

La condizione della squadra. “Ci siamo preparati bene e la squadra sta bene, sono convinto che faremo una grande partita“.

I nuovi arrivati. “Alcuni sono stati fermati da piccoli infortuni nel periodo di ritiro, come Beruatto e Touré, poi ci sono altri giocatori che vengono dall’estero e bisogna dare loro il tempo di ambientarsi e lo stanno facendo velocemente, quello più avvantaggiato è Hermannsson, essendo con noi fin dall’inizio del ritiro“.

Su Yonatan Cohen. “Viene da un campionato estero differente dal nostro, ma si vede che ha qualità calcistiche importanti. Gli va dato il tempo giusto per imparare bene la lingua ovviamente e per capire il tipo di campionato che andremo ad affrontare“.

Il ritorno del pubblico, anche se in maniera parziale. “Siamo molto felici che una parte di tifosi ritornino allo stadio, ma al tempo stesso siamo consapevoli che le giustificazioni dei ragazzi della Curva Nord a non entrare ci possono stare perché è ovvio che loro cercano di coinvolgere tutti, ma a parte questo, sono certo che ci daranno una grossa mano anche accompagnandoci dall’albergo fino all’esterno dello stadio“.

By